menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trump ora minaccia Francia e Italia: "Stop a tasse su Google, Fb e Amazon, o dazi"

Nuova crociata commerciale del presidente Usa contro l'Ue: stavolta ad accendere lo scontro la web tax introdotta da Parigi e che a breve potrebbe venire applicata da Roma. Le Maire: "Forte risposta"

Per ora, tra i grandi Paesi Ue, l'ha introdotta solo la Francia. Ma anche l'Italia e l'Austria sono pronte ad applicarla, in attesa che a livello europeo si raggiunga un'intesa per una imposta comune. Ed è proprio questa prospettiva, che potrebbe portare a una web tax dell'Ue che colpirebbe giganti (statunitensi) del calibro di Google, Facebook e Amazon, a preoccupare il presidente Usa, Donald Trump. Che adesso minaccia una nuova guerra commerciale con Bruxelles.

La minaccia, per la precisione, è arrivata dall'Ufficio del rappresentante del commercio americano, al termine di un'indagine durata un mese sulla digital tax introdotta dalla Francia. L'indagine è arrivata alla conclusione che questa imposta "discrimina le società statunitensi, è incoerente con i principi prevalenti della politica fiscale internazionale e rappresenta un onere insolitamente gravoso per le società colpite". Per questo, l'ufficio del rappresentante del commercio raccomanda dazi del 100% su alcune importazioni francesi, per un valore di 2,4 miliardi di dollari, tra cui borse, vini e formaggi, e l'apertura di indagini simili sulla web tax proposta da Italia e Austria (fuori dall'Ue, anche la Turchia sta pianificando una simile tassazione).

L'annuncio Usa ha mandato su tutte le furie Parigi: il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, ha promesso una "forte" risposta della Ue alle minacce di nuovi dazi, dopo quelli elevati da Trump per la questione Airbus. "Siamo stati in contatto, ieri, con l'Unione europea per assicurare che in caso di nuove tariffe americane, ci sarà una forte risposta europea", ha detto Le Maire a Radio Classique. "Il semplice progetto, che potrebbe essere applicato entro 30 giorni di nuove sanzioni contro la Francia, è inaccettabile", ha ammonito il ministro. "Questo non è il comportamento che ci aspettiamo dagli Stati Uniti nei confronti di uno dei suoi principali alleati, la Francia e in generale l'Europa". 

Sulla questione, anche Bruxelles ha preso posizione: l'Unione europea "agirà e reagirà con una sola voce e rimarrà unità, ci stiamo coordinando con le autorità francesi sui prossimi passi", ha riferito Daniel Rosario uno dei portavoce della Commissione Ue. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento