Martedì, 27 Luglio 2021
Lavoro

L'Ue finanzia dieci riforme su lavoro e sociale in Italia

I fondi saranno erogati nell'ambito dello strumento di sostegno tecnico, Bruxelles ha approvato progetti che coprono diverse aree ritenute di importanza economica chiave

Ci sono dieci progetti italiani tra i 226 progetti approvati nei 27 Stati membri dalla Commissione nell’ambito dello Strumento di sostegno tecnico (Sst). Nella prima fase di attuazione dell’Sst, l’Italia riceverà finanziamenti per attuare piani che coprono diverse aree di intervento, tra cui giustizia fiscale, crescita economica sostenibile, protezione sociale e digitalizzazione della pubblica amministrazione. Le azioni di sostegno da parte della Commissione disporranno di un bilancio complessivo di 102,6 milioni di euro per il 2021 al fine di promuovere la coesione economica, sociale e territoriale nell'Unione europea. "Le riforme sono necessarie per creare un contesto imprenditoriale più positivo, irrobustire i sistemi sanitari, rafforzare i sistemi sociali e educativi e in genere migliorare la resilienza degli Stati membri e dei portatori di interessi di fronte alle sfide complesse e alle crisi globali”, ha dichiarato Elisa Ferreira, commissaria per la Coesione e le riforme, spiegando che lo strumento di sostegno tecnico “è un meccanismo possente per mettere gli Stati membri in grado di realizzare le riforme di cui hanno bisogno per una crescita sostenibile."

Lo strumento di sostegno tecnico

L'Sst è lo strumento principale della Commissione per fornire un sostegno tecnico alle riforme nell'Ue. Fa parte del quadro finanziario pluriennale 2021-2027 e del piano per la ripresa dell'Europa. Bruxelles ha spiegato che sono ammissibili al sostegno dell'Sst tutte quelle riforme che riguardano l'amministrazione pubblica, la governance, il contesto imprenditoriale, il settore finanziario, il mercato del lavoro, i sistemi educativi, i servizi sociali, l'assistenza sanitaria, la transizione verde (ossia l'ondata di ristrutturazioni) e i servizi digitali. Secondo la Commissione “rafforzare le capacità istituzionali e amministrative per elaborare e attuare le riforme e gli investimenti è essenziale per stimolare la resilienza e porre le basi della ripresa”. Grazie a un bilancio rafforzato lo strumento potrà anche fornire sostegno tecnico per aiutare gli Stati membri a elaborare e attuare i piani per la ripresa e la resilienza.

I progetti italiani

I 10 progetti italiani approvati dalla Commissione si propongono di riformare il sistema di supporto e di protezione delle persone disabili e di accelerare l’implementazione dell’economia circolare. Inoltre, è prevista l’introduzione di strumenti più efficaci per combattere l’evasione fiscale e il lancio di una campagna per promuovere la transizione ecologica dei mezzi pubblici. Verranno anche introdotti strumenti di supporto per la transizione al digitale della pubblica amministrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ue finanzia dieci riforme su lavoro e sociale in Italia

Today è in caricamento