Domenica, 24 Ottobre 2021
Lavoro

Dall'Ue 120 miliardi di euro alle assicurazioni. Bruxelles: "Non è un regalo, serve a tutta l'economia"

La proposta della Commissione pensata anche per convogliare i fondi verso gli obiettivi del Green Deal. Ma l’Ue non ha fretta: completa attuazione solo nel 2032

Una riforma da 120 miliardi di euro per sostenere il settore assicurativo. Questo è l’effetto che sperano di ottenere i funzionari di Bruxelles grazie a un pacchetto di proposte presentato ieri che va a modificare la disciplina sulle assicurazioni nel mercato Ue. La nuova architettura di norme è stata progettata per consentire alle imprese del settore di “aumentare gli investimenti a lungo termine nella ripresa dell'Europa dalla pandemia di Covid-19”, si legge nel documento Ue. Ma per i critici della manovra si tratterebbe di un generoso "regalo" alle società assicurative: "La Commissione ha ceduto alle pressioni dei lobbisti", dice Sven Giegold, deputato dei Verdi europei.

"Non è un regalo"

Le modifiche che rendono più stringenti alcuni requisiti patrimoniali saranno attuate gradualmente per arrivare alla completa attuazione nel 2032, ha rassicurato l’esecutivo Ue. La Commissione stima che a breve termine potrebbero essere rilasciati fino a 90 miliardi di euro di capitale nel mercato comunitario ai quali si sommeranno altri 30 miliardi nel lungo periodo. “Ciò dovrebbe anche aiutare gli assicuratori ad aumentare i finanziamenti per la ripresa”, si augura la Commissione.

"Quello che stiamo facendo con i requisiti patrimoniali non è un regalo per il settore assicurativo - ha voluto specificare la commissaria Ue per i servizi finanziari Mairead McGuinness - Vogliamo semmai garantire che il settore assicurativo e il capitale che detiene possano sostenere l'Europa nella transizione verso la sostenibilità".

Cosa prevede la proposta 

Il pacchetto di misure approvate ieri dal Collegio dei commissari, e che ora andranno concordate con l’Europarlamento e il Consiglio, è formato da due proposte legislative e una comunicazione. Con la proposta legislativa di modifica della direttiva Solvency II Bruxelles mira a “convogliare i fondi verso il Green Deal europeo”. Con le modifiche presentate, hanno precisato i commissari Ue, “i consumatori saranno meglio informati sulla situazione finanziaria del loro assicuratore” e “più protetti quando acquistano prodotti assicurativi in altri Stati membri grazie a una migliore cooperazione tra le autorità di vigilanza”.

La proposta di direttiva sul recupero e la risoluzione assicurativa, il secondo pilastro della riforma, mira invece a garantire che gli assicuratori e le autorità competenti nell'Ue siano meglio preparati in caso di gravi difficoltà finanziarie. La legislazione proposta dall'esecutivo Ue “introdurrà un nuovo processo di risoluzione ordinato, che proteggerà meglio gli assicurati, nonché l'economia reale, il sistema finanziario e, in definitiva, i contribuenti”. 

Attraverso l'istituzione di collegi di risoluzione, “le autorità di vigilanza e di risoluzione competenti saranno in grado di intraprendere un'azione coordinata, tempestiva e decisa per affrontare i problemi che sorgono all'interno dei gruppi di (ri)assicurazione transfrontalieri (cioè le imprese che offrono contratti di assicurazione a compagnie di assicurazione, ndr), garantendo il miglior risultato possibile per gli assicurati”. “L'Europa ha bisogno di un settore assicurativo forte e dinamico per investire nella nostra economia e aiutare a gestire i rischi che dobbiamo affrontare”, ha detto in conferenza stampa il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis. “Il settore assicurativo - ha aggiunto - può contribuire al Green Deal e all'Unione dei mercati dei capitali, grazie al suo duplice ruolo di protettore e investitore”. “Le proposte odierne - ha concluso - garantiscono che le nostre regole rimangano adeguate allo scopo, rendendole più proporzionate”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'Ue 120 miliardi di euro alle assicurazioni. Bruxelles: "Non è un regalo, serve a tutta l'economia"

Today è in caricamento