menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Protezione civile europea è realtà, ok di Strasburgo a RescEu

Nasce il nuovo fondo che metterà a disposizione degli Stati i mezzi necessari per far fronte alle emergenze 

L’Eurocamera ha approvato in via definitiva la riforma della protezione civile nell’Ue, messo a dura prova negli ultimi due anni da incendi, eventi straordinari di maltempo e inondazioni. Il testo approvato prevede un meccanismo di solidarietà per gli Stati membri, aiutandoli a rispondere alle catastrofi naturali e a quelle provocate dall’uomo, grazie a una condivisione più efficiente dei mezzi della protezione civile.

Il Parlamento ha inoltre istituito il fondo di risorse RescEu che metterà a disposizione mezzi aerei, unità di pompaggio ad alta capacità, ospedali da campo e squadre mediche di emergenza. A seguito di una decisione della Commissione europea, RescEu interverrà qualora gli Stati membri non dispongano di risorse sufficienti per rispondere a una catastrofe.

I deputati sono inoltre riusciti a introdurre misure per rafforzare la rete di conoscenze in materia di protezione civile dell’Unione e facilitare gli scambi tra giovani professionisti e volontari della protezione civile.

Elisabetta Gardini, relatrice del provvedimento, ha dedicato il passaggio del testo al politico recentemente scomparso Giuseppe Zamberletti, “il papà della protezione civile italiana, che non ha mai fatto mancare il suo appoggio e i suoi consigli per rescEU”. “Il nuovo meccanismo - prosegue la Gardini - prevede la possibilità di conferire medaglie alle figure meritevoli nella protezione civile”.

La legge entrerà in vigore dopo l'approvazione finale del Consiglio Ue e sarà applicabile entro l'estate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento