"Le regioni del Sud Italia rischiano di perdere 2,4 miliardi di fondi Ue per il Jobs Act", la denuncia del M5s

Il taglio deriverebbe dalla proposta della Commissione europea di modificare il regolamento sul sostegno alle riforme strutturali negli Stati membri. D'Amato: "Vogliono usare queste risorse per finanziare le privatizzazioni o le misure di austerity"

Le regioni del Sud Italia rischiano di perdere 2,4 miliardi di fondi europei. Lo denuncia l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Rosa D’Amato. Il taglio deriverebbe dalla proposta della Commissione europea di modificare il regolamento sul sostegno alle riforme strutturali negli Stati membri. 

“L’Europa sta commettendo il grave errore di dirottare ben 21 miliardi di euro destinati alla politica di coesione economica, sociale e territoriale ad altri obiettivi, come quelli delle privatizzazioni o il Jobs Act", denuncia D'Amato, che prosegue: "Questo è l’ennesimo schiaffo che l’Italia governata dai partiti riceve, in un momento in cui il Sud avrebbe bisogno di investimenti per lo sviluppo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo assolutamente contrari a tutte le misure che intaccano il Welfare State, inclusi gli interventi sul mercato del lavoro", aggiunge l'eurodeputata. "Siamo disponibili a discutere, invece, misure che puntino al miglioramento sulla capacità amministrativa o alla lotta all’evasione fiscale. Le elezioni italiane hanno dimostrato che i cittadini non vogliono queste riforme calate dall’alto che servono solo alle multinazionali per abbassare i diritti dei cittadini. Le riforme strutturali non hanno nulla a che vedere con la politica di coesione. Faremo di tutto - anche grazie alla forza che arriva dai cittadini italiani - per trasformare questa Europa in una terra in cui nessuno rimarrà indietro”, conclude D’Amato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Chiuderemo Facebook e Instagram in Europa", ecco il perché della minaccia di Zuckerberg

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • L'Irlanda mette in quarantena chi arriva dall'Italia

  • "Svezia verso l'immunità di gregge, lì la pandemia potrebbe essere finita"

  • Ryanar taglia il 40% dei voli a ottobre e accusa i governi Ue: "Cattiva gestione della crisi Covid"

  • Duemila pellegrini ebrei bloccati al confine ucraino, Kiev accusa: "Li spinge la Bielorussia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento