rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Scelta discussa / Francia

"Togliete le cure mediche gratuite ai migranti senza documenti", ma i dottori protestano

La destra francese ha inserito la proposta in un progetto di legge, ma negli ospedali è già scoppiata la rivolta. In base al testo chi offrirà comunque l'assistenza sanitaria non verrà pagato

Privare le persone di cure mediche gratuite. La motivazione? Essere migranti senza documenti. La proposta arriva dai senatori francesi del gruppo di destra Les Républicains, che hanno modificato un disegno di legge sull'immigrazione, promosso dal governo. L'obiettivo è quello di eliminare un programma noto come State Medical Aid (Ame), che fornisce assistenza sanitaria gratuita ai migranti privi di documenti che si sono stabiliti in Francia. L'idea ha sollevato una marea di critiche da parte del personale medico, fortemente contrario a questa proposta. I funzionari hanno stroncato le modifiche al disegno di legge, che sarà esaminato dall'Assemblea nazionale il mese prossimo, definendola una minaccia per la salute pubblica. Sul lungo termine, avvertono, i costi supererebbero qualsiasi risparmio ottenuto inizialmente.

Eresia sanitaria

Secondo il capo del consorzio ospedaliero parigino Ap-Hp l'eliminazione delle cure gratuite consentirebbe alle malattie di diffondersi senza essere rilevate. Tradotto: un aggravio di costi senza precedenti. La Federazione degli ospedali francesi (Fhf) l'ha definita "un'eresia umanitaria, sanitaria e finanziaria". Libération riporta che 3.500 operatori sanitari hanno già firmato una lettera in cui si impegnano a "continuare a curare i pazienti privi di documenti gratuitamente e in base alle loro esigenze, in conformità con il giuramento di Ippocrate" da loro prestato. Le porte delle cure, da chi arriva da qualunque parte del mondo" resteranno aperte. Non si tratta solo di una nobile promessa, ma di una posizione molto forte anche sul piano economico. "Se vedono un paziente che non è coperto (dall'assicurazione sanitaria, ndr), non verranno pagati", ha detto all'Afp Antoine Pelissolo, uno psichiatra di un ospedale a est di Parigi e coautore della lettera.

Requisiti e costi

Inserita nel sistema di assicurazione sanitaria francese, l'Ame offre ai migranti privi di documenti l'accesso all'assistenza sanitaria gratuita a partire dal 2000. I beneficiari devono dimostrare di risiedere in Francia da almeno tre mesi e di avere un reddito mensile inferiore a 810 euro. I critici di destra e di estrema destra accusano il progetto come una forma di incitamento all'immigrazione clandestina. I costi si riversano sui contribuenti francesi, accusano. Durante i dibattiti al Senato sul tema Bruno Retailleau, capo della delegazione di Les Républicains, ha segnalato "l'aumento costante negli ultimi anni, sia del numero dei beneficiari dell'Ame che del suo costo totale". Secondo l'Inspection Générale des Affaires Sociales  (Igas), un revisore dei conti governativo, l'anno scorso grazie all'Ame si sono curati 411.364 beneficiari. Il costo totale è stato di 1,2 miliardi di euro, rispetto ai 900 milioni di euro del 2018. Il partito di destra punta a sostituire il regime vigente con una più restrittiva "assistenza medica d'emergenza" (Amu), che coprirebbe solo i casi di "malattia grave e dolore acuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Togliete le cure mediche gratuite ai migranti senza documenti", ma i dottori protestano

Today è in caricamento