Martedì, 16 Luglio 2024
Il personaggio / Francia

L'ex capo di Frontex si candida alle europee con l'estrema destra francese

Fabrice Leggeri sarà nelle liste del Rassemblement National alle prossime europee. Si era dimesso dall'agenzia per le frontiere dopo un'indagine per molestie e irregolarità nel respingere i migranti

Fabrice Leggeri, ex capo dell'agenzia europea per le frontiere Frontex, ha annunciato il 17 febbraio di aver aderito al Rassemblement National (Rn), il partito di estrema destra francese guidato fino al 2021 da Marine Le Pen, fedele alleata di Matteo Salvini. Nel 2022 l'ex funzionario si era dimesso dal suo ruolo presso Frontex dopo un'indagine dell'agenzia antifrode dell'Unione europea (Olaf), che ha svelato alcuni illeciti all'interno dell'agenzia. Tra le accuse principali c'è il respingimento illegale di migranti lungo le coste dell'Ue nel Mar Egeo, al confine tra la Grecia e la Turchia. 

Le accuse contro Bruxelles

"Siamo determinati a combattere il sovraccarico migratorio, che la Commissione europea e gli eurocrati non considerano un problema ma piuttosto un progetto. Posso testimoniarlo", ha affermato l'alto funzionario dalle colonne del Journal du Dimanche. Leggeri sarà  il terzo  nella lista del partito per le elezioni europee di giugno. Questo corrisponde alla certezza di conquistare un seggio al Parlamento europeo, visti i sondaggi che attribuiscono il 30% delle intenzioni di voto al partito di Jordan Bardella, che nel 2022 è succeduto a Marine Le Pen in qualità di presidente del Rn. 

Le indagini per i respingimenti illegali 

Leggeri è un funzionario pubblico francese di 55 anni, che ha guidato Frontex dal 2015 al 2022."Dirigere Frontex per quasi sette anni e lavorare per lo Stato da circa 30 anni, in particolare nel campo della sicurezza e dell'immigrazione, rende questa decisione coerente", ha scritto su X in riferimento alla sua candidatura. L'ex capo di Frontex si era dimesso dopo le indagini dell'autorità anti-corruzione Olaf. Gli investigatori hanno esaminato accuse di molestie e cattiva condotta che hanno portato alcuni funzionari, anche di livello molto alto, a lasciare l'agenzia. Le indagini hanno riguardato anche le accuse di respingimenti illegali di migranti che negli ultimi mesi sono arrivate da diverse inchieste indipendenti e organizzazioni dei diritti umani. Il report dell'Olaf non è mai stato reso pubblico, ma la rivista francese Le Point ha riferito che il rapporto confidenziale su Leggeri ha rilevato che "non ha seguito le procedure, è stato disonesto con l'Ue e ha gestito male il personale".

Riprendere il controllo dei confini

"Il nostro obiettivo è chiaro: riprendere il controllo dei confini dell'Unione europea e della Francia", ha  scritto Leggeri sul social network X. Il Rassemblement National "ha un piano concreto e la determinazione per realizzarlo", ha sottolineato. Leggeri e Bardella hanno deciso di comparire insieme il 19 febbraio a Mentone (nella regione delle Alpi Marittime), vicino al confine franco-italiano. Secondo i sondaggi d'opinione diffusi dal media europeo Politico le elezioni europee si riveleranno un successo per l'estrema destra e il partito Rn sarebbe fra quelli destinati al maggior successo alle urne, con la possibilità di conquistare il miglior risultato di sempre alle prossime europee con un 33% di voti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex capo di Frontex si candida alle europee con l'estrema destra francese
Today è in caricamento