Commissione Ue attacca il nuovo governo: “Programma preoccupante”. La Lega replica: “Vada a lavorare”

La responsabile dell'esecutivo comunitario per il Commercio, Cecilia Malmstrom, lancia l'allarme su alcuni punti del contratto. Mentre il vicepresidente Dombrovskis invita a “una politica di bilancio ragionevole”. E non sono i soli a Bruxelles a sollevare dubbi sull'inedita maggioranza italiana 

La commissaria Ue al Commercio Cecilia Malmstrom

Prima la commissaria Ue al Commercio, Cecilia Malmstrom. Poi il vicepresidente dell'esecutivo comunitario, Valdis Dombrovskis. Mentre sul fronte delle cancellerie europee, dopo le parole del ministro francese LeMaire, oggi sono arrivate quelle, sempre preoccupate, del ministro degli Esteri del Lussemburgo. Il governo targato M5s-Lega non è stato ancora varato, ma in Europa, giorno dopo giorno, gli allarmi si susseguono. In un coro che, a torto o a ragione, rischia di avere ripercussioni sugli equilibri geopolitici e l'economia dell'Italia. 

Le accuse al programma

Nel programma di governo del Movimento 5 stelle e della Lega "ci sono cose preoccupanti" sul commercio. Lo ha detto la commissaria Ue responsabile del settore, Cecilia Malmstrom, che pero' non ha voluto entrare nei dettagli, sottolineando che eil governo non è ancora confermato". Il programma di Lega e M5S prevede di opporsi ai trattati di libero scambio, tra cui l'accordo di libero scambio con il Canada (Ceta) che non può entrare definitivamente in vigore senza la ratifica dei parlamenti nazionali dei 28, compreso quello italiano. "Ascolteremo e parleremo" il nuovo governo italiano, "ma ci sono cose che sono preoccupanti, sì", ha spiegato Malmstrom ai giornalisti.

La politica di bilancio

A stretto giro, sono arrivate anche le parole del vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, che ha invitato il prossimo governo italiano a condurre "una politica di bilancio ragionevole"  La Commissione Ue, ha spiegato, “in linea di principio non interferisce con le politiche nazionali, ma per noi è importante che il nuovo governo italiano conduca una politica di bilancio ragionevole”, perché "l'Italia ha il più alto debito pubblico nell'area dell'euro dopo la Grecia”. Il “consiglio” all'Italia è di "mantenere la giusta rotta" in termini di politica economica e finanziaria, di "promuovere la crescita attraverso le riforme" e di "tenere sotto controllo il deficit di bilancio", ha sottolineato il vicepresidente della Commissione Ue. 

Gli allarmi dalle cancellerie

“A Roma dobbiamo vedere cosa succede. dobbiamo aspettare la formazione del nuovo governo. Spero nel presidente" Mattarella "affinché non venga distrutto il lavoro che è stato fatto negli ultimi 7/8 anni, lo auspico per gli italiani e lo spero per noi". A dirlo è stato il ministro degli Esteri del Lussemburgo Jean Asselborn. Domenica era stato il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, a sollecitare l'Italia al rispetto delle regole Ue su deficit e debito pubblico. Mentre ieri, il leader del Ppe al Parlamento europeo, il tedesco Manfred Weber, aveva accusato Lega e 5 stelle di “giocare col fuoco”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica della Lega 

A rispondere agli allarmi di giornata è stato il Carroccio. Il capogruppo al Senato Gian Marco Centinaio ha replicato alla commissaria Malmstrom con un laconico: “Vada a lavorare, la Malmstrom, vada a lavorare". Mentre il leader della Lega Matteo Salvini non ha gradito le parole del ministro lussemburgese: “Proseguono le invasioni di campo – ha detto - Dopo francesi e tedeschi, oggi è il turno del ministro degli Esteri del Lussemburgo Jean Asselborn. Confermo: all'estero siano sereni, agli italiani ci pensiamo noi", ha scritto su Facebook.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • I profitti sono cresciuti del 35%, ma Amazon paga solo il 3% di tasse in più

  • Sempre più Tory contro la violazione dei patti sulla Brexit, Cameron quinto ex premier a dire no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento