Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Il 2020? Un anno meraviglioso per gli uomini più ricchi del mondo

I ‘paperoni’ hanno accumulato 1,77 trilioni di dollari in più. Un aumento di ricchezza pari al +24% rispetto a un anno fa. Exploit di Elon Musk e del cinese Shanshan, il re delle acque minerali che ha lasciato la scuola a soli 12 anni

Jeff Bezos (a sinistra), Elon Musk (al centro) e Zhon Shanshan (a destra)

Il Covid-19 e le conseguenti misure di distanziamento sociale hanno fatto danni enormi all’economia mondiale, con migliaia di famiglie che hanno perso importanti quote di reddito e tante imprese che si sono trovate a dover chiudere i battenti. Ma gli affari degli uomini più ricchi del mondo sono andati a gonfie vele. Il 2020 è stato un anno di guadagni per la stragrande maggioranza di loro, poiché solo tre delle 20 persone più ricche del Pianeta hanno visto diminuire la loro ricchezza negli ultimi dodici mesi. È quanto emerge da un’indagine del quotidiano spagnolo El Pais, che ha messo assieme i dati sui patrimoni dei ‘paperoni’ di tutto il globo.

Bezos sempre primo

Messe assieme, le 20 persone più ricche del mondo hanno guadagnato circa 1,77 trilioni di dollari, ovvero 1.440 miliardi di euro in più rispetto al 2019. Secondo l’agenzia Bloomberg, i 20 fortunati e abili uomini d’affari hanno incrementato la loro ricchezza del 24% rispetto all’anno precedente. In cima alla classifica rimane Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon, che continua a guidare la lista dei miliardari più ricchi al mondo spinto dagli spettacolari risultati del gigante dell’e-commerce nell’anno della pandemia. Il rendimento di ogni titolo di Amazon è cresciuto del 75% in tutto il 2020 e solo la sua capitalizzazione ha portato a 1,6 trilioni di dollari. Il 56enne Bezos vanta ora un patrimonio netto di 193,7 miliardi di dollari, in crescita del 68,7% rispetto al 2019.

L'anno d'oro di Elon Musk

Dietro al magnate dello shopping virtuale c'è Elon Musk, fondatore e amministratore delegato di SpaceX e Tesla, gioielli del made in Usa nei comparti dell’industria spaziale e automobilistica. Il solo segmento auto del gruppo guidato da Musk è riuscito a raggiungere un valore in borsa pari a cento miliardi di dollari. L'imprenditore sudafricano vanta oggi un patrimonio netto di 160,7 miliardi di dollari. Per quanto Musk sia ‘solo’ secondo nella classifica dei ‘paperoni’ di tutto il mondo, la sua performance nel 2020 è stata di gran lunga migliore anche rispetto al rivale Bezos. Musk ha aumentato la sua ricchezza del 482%, pari a un incremento di circa 133 miliardi di dollari. Per capire le dimensioni dell’exploit di Mr Tesla, basti pensare che Musk nel 2019 non rientrava nemmeno nella top20 dei più ricchi del mondo. All’esordio in classifica nel 2020, si trova già catapultato al secondo posto.

Il 'solito' Bill Gates

Il terzo gradino del podio d'oro è per Bill Gates, con un patrimonio netto di 131,5 miliardi di dollari. Un risultato a cui l’americano è arrivato anche grazie ad aver guadagnato 18,4 miliardi durante l’anno appena terminato, segnando una crescita del + 16,3%.

L'ex operaio oggi miliardario

Se Musk si è preso la scena come il Paperone con l’aumento di ricchezza maggiore in termini assoluti, chi registra la crescita relativa più importante è invece il cinese Zhon Shanshan. Un nome che ai più non dice nulla, ma fatto sta che il 66enne proprietario della marca di acqua minerale Nongfu Spring è riuscito a moltiplicare per 11 volte la sua ricchezza nel corso del 2020, arrivando a un patrimonio stimato in 74,6 miliardi di dollati, al 13mo posto tra i più ricchi del mondo. In dodici mesi il signor Shanshan ha guadagnato quasi 68 miliardi di dollari, con un aumento del 997% rispetto al 2019. Tra i fatti noti della sua biografia c’è l’abbandono della scuola a soli 12 anni durante i disordini della Rivoluzione culturale lanciata da Mao Tse-tung nel 1966 e per la quale finirono incriminati anche i genitori di Shanshan. Il re delle acque minerali in gioventù ha lavorato anche come operaio nell’edilizia, giornalista e venditore di bevande. Ultimo paradosso della vita di Shanshan è che proprio mentre il popolo cinese soffriva per primo la calamità del Covid, il suo patrimonio personale è esploso a dismisura, portandolo nella lista degli uomini più ricchi del mondo. Uno dei pochi club totalmente immuni dalla crisi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2020? Un anno meraviglioso per gli uomini più ricchi del mondo

Today è in caricamento