rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Schiaffo a Putin / Estonia

Addio Russia, gli Stati baltici si collegheranno alla rete elettrica Ue

Estonia, Lituania e Lettonia per ragioni storiche erano legate alla federazione ma hanno deciso di accelerare la disconnessione dopo l'invasione dell'Ucraina. Bruxelles: "Rafforziamo la nostra indipendenza energetica"

Estonia, Lituania e Lettonia si staccheranno completamente dalla rete elettrica di Russia e Bielorussia, alle quali adesso sono legati, per integrarsi completamente ed esclusivamente in quella europea. I leader dei tre Paesi, alla luce dell'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca, hanno deciso di accelerare la mossa che era già prevista e anticiparla al 2025. L'annuncio è arrivato dalla premier estone Kaja Kallas che ha sottoscritto una dichiarazione congiunta con il suo omologo lettone Krisjanis Karins e quella lituana Ingrida Simonyte, definendola su X (un tempo Twitter) una "pietra miliare che garantirà ulteriormente la nostra indipendenza energetica".

Ieri Elering, AST e Litgrid, ovvero i gestori delle reti di trasmissione elettrica delle tre rispettive nazioni, hanno annunciato di aver firmato un accordo sulla sincronizzazione alla rete europea continentale entro febbraio 2025, con la conseguente disconnessione dal sistema controllato dalla Russia di Vladimir Putin. L'accordo, spiega una nota, prevede che i Paesi baltici si ritirino congiuntamente dal contratto stipulato con gli operatori russi e bielorussi nell'estate del 2024, sei mesi prima della sincronizzazione. L'accordo sulla sincronizzazione della rete elettrica baltica con quella europea "rafforzerà ulteriormente la forza e la resilienza della rete elettrica dell'Ue e la nostra indipendenza energetica in generale", ha esultato su X la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

Una nota dell'esecutivo comunitario ricorda che se in passato quella dei tre Paesi Baltici era un'"isola energetica", isolata dagli altri Stati membri, la regione è ora collegata ai partner europei attraverso linee elettriche con la Polonia (LitPol Link), la Svezia (NordBalt) e la Finlandia (Estlink 1 e Estlink 2). La loro integrazione è stata una priorità del gruppo ad alto livello del piano di interconnessione del mercato energetico baltico, che risale al giugno 2009, quando fu firmato il primo Memorandum d'intesa tra le tappe politiche con cui l'Ue ha cercato di favorire l'integrazione del mercato dell'elettricità e del gas nella regione del Baltico, poco interconnessa con l'Unione.

Ucraina allacciata alla rete elettrica europea in tempi record

Per ragioni storiche risalenti ai tempi dell'Unione sovietica, la rete elettrica di Estonia, Lituania e Lettonia è ancora gestita in modo sincrono con i sistemi russo e bielorusso. IN seguito all'invasione del 24 febbraio 2022 anche l'Ucraina di Volodymyr Zelensky si è staccata completamente dalla rete elettrica della federazione, a cui era legata per gli stessi motivi storici, e in tempi di record si è allacciata a quella europea.

Continua a leggere su Europa.Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Russia, gli Stati baltici si collegheranno alla rete elettrica Ue

Today è in caricamento