rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Il caso / Francia

Le stelle di David su case e palazzi: sessanta casi solo a Parigi

La politica esprime indignazione, ma sono già centinaia gli atti antisemiti in Francia dopo lo scoppio della guerra tra Israele e Hamas

Stelle di David blu apparse sui muri di Parigi. Non si tratta di episodi isolati, dato che finora ne sono state contate almeno una sessantina solo nella capitale francese e nelle zone immediatamente periferiche. Si tratta dell'ultima spia che si accende sull'antisemitismo risvegliatosi a seguito della guerra dichiarata da Israele nei confronti di Hamas. Sulle stelle di David la Procura di Parigi ha aperto un'indagine. Quello che si sa già con certezza è che dal 7 ottobre, data dell'attacco del gruppo terroristico palestinese e dalla successiva risposta militare di Israele, in Francia sono stati registrati 819 atti antisemiti che hanno provocato 414 arresti, secondo i calcoli diffusi lunedì 30 ottobre dal ministro degli Interni Gérald Darmanin. Un fenomeno che preoccupa e interroga la politica sia francese che europea in generale.

La stessa mano

I "marchi" apposti sulle abitazioni sono apparse nella notte tra lunedì 30 e martedì 31 ottobre nel 14° arrondissement di Parigi, in particolare in due strade: rue Père Corentin e rue de la Tombe-Issoire. Secondo il municipio della capitale francese altre scritte sarebbero apparse nel 13° e nel 15° arrondissement. La mano dello o degli autori sembra essere la stessa, dato che l'aspetto delle stelle è il medesimo per dimensione, colore, utilizzo dello stencil. Le reazioni sono state forti e immediate. "Fedele ai valori della Repubblica, fedele alla sua storia, la città di Parigi condanna questi atti antisemiti con la massima fermezza e non lascerà passare nulla", ha scritto la sindaca Anne Hidalgo in un comunicato stampa. "Per questo motivo la città di Parigi si è rivolta questa mattina al pubblico ministero ai sensi dell'articolo 40 del codice di procedura penale per identificare, perseguire e condannare con la massima fermezza gli autori di questi atti", ha aggiunto la sindaca. Il deputato parigino responsabile della sicurezza ha precisato che i servizi pubblici interverranno per "pulire" i simboli antisemiti. "Questo atto di marcatura ricorda i processi degli anni '30 e della Seconda Guerra Mondiale che portarono allo sterminio di milioni di ebrei", ha ricordato Carine Petit, che governa amministrativamente proprio il 14° arrondissement, dove sono più presenti le stelle di David.

Indagine in corso

Già nei giorni precedenti nelle strade della città erano apparsi cartelli di stampo antisemita, rinvenuti anche nei comuni di Saint-Denis e Aubervilliers. Sui social network, il gesto della "marcatura" è stato denunciato come un atto "abietto" da Olivier Klein, delegato interministeriale per la lotta contro il razzismo, l’antisemitismo e l’odio anti-Lgbt. "L’antisemitismo deve essere denunciato e combattuto in tutte le sue forme. Gli autori di questi atti devono essere individuati e perseguiti", ha precisato Klein. La procura di Parigi ha aperto un'inchiesta per danni a cose altrui aggravati dalla circostanza di origine, razza, etnia o religione. Un reato punito con la reclusione fino a quattro anni e con la multa fino a 30mila euro.

Problema europeo

Il problema dell'antisemitismo non riguarda solo la Francia, ma è tornato ad essere una questione europea, che tocca da settimane altre città come Londra come Berlino. Anche nella capitale tedesca sono apparse stelle di Davide, così come a Mosca su di un ristorante. "Aprite i confini, così possiamo uccidere i sionisti. Aprite i confini così possiamo uccidere gli ebrei" è invece uno dei cori che sarebbe stato intonato nel corso del corteo a favore della Palestina svoltosi sabato 29 ottobre a Milano. Decine di migliaia di persone in tutto il mondo, inclusa l'Italia, sono scese in piazza per chiedere il "cessate il fuoco" ad Israele come richiesto anche dalle Nazioni Unite, dopo che migliaia di persone soprattutto bambini sono morte sotto i bombardamenti nella striscia di Gaza. Sempre alla manifestazione milanese campeggiava un cartello con l'immagine di Anna Frank con addosso la kefiah, la sciarpa che esprime solidarietà al popolo palestinese. "Israele sta facendo la stessa cosa che la Germania ha fatto con gli ebrei" ha affermato ai microfoni della stampa la ragazza che ha esposto il cartello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le stelle di David su case e palazzi: sessanta casi solo a Parigi

Today è in caricamento