rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cambiamento climatico / Italia

Con il divieto dei voli brevi alla francese in Italia sparirebbero solo 3 rotte

L'Ue ha dato il via libera al provvedimento voluto da Parigi, se il nostro Paese facesse lo stesso non si potrebbe prendere l'aereo soltanto in 3 percorsi, peraltro sempre meno utilizzati in ogni caso

La Commissione europea ha dato il suo ok alla decisione di Parigi di vietare i voli a corto raggio quando esiste un'alternativa ferroviaria valida. La Francia con questa stretta modo ha voluto ridurre le emissioni di Co2 che i nostri trasporti emettono nell'atmosfera. Bruxelles nel suo via libera ha però sottolineato che il divieto può avvenire solo se sono disponibili vere alternative ferroviarie per lo stesso percorso, il che significa diversi collegamenti diretti a tratta ogni giorno e che durino massimo due ore e mezza, in modo che chi vuole fare quel percorso non resti bloccato o non debba allungare troppo i tempi di percorrenza. E a quanto pare rientrerebbero in questi parametri solo tre rotte, quelle tra Parigi-Orly e Bordeaux, Nantes e Lione.

L'ok dell'esecutivo comunitario costituisce anche un precedente che significa che se altri Stati membri lo volessero, potrebbero fare lo stesso, anche se non sono certamente obbligati in nessun modo a farlo. La cosa ha preoccupato la Iata, International Air Transport Association, un'organizzazione internazionale di compagnie aeree con sede in Canada. Per il suo direttore generale, Willie Walsh, il provvedimento voluto da Emmanuel Macron "è completamente assurdo" perché secondo i calcoli dell'associazione se si eliminassero tutti i voli inferiori a 500 chilometri in Europa si taglierebbe il 24% del traffico aereo ma solo il 3,8% delle emissioni di CO2.

Come in Francia però, secondo i calcoli del Corriere della Sera, se anche in Italia il nostro governo approvasse un provvedimento analogo, nel nostro Paese sparirebbero solo tre rotte, tutte operate da Ita Airways e tra l'altro sempre meno utilizzate: quelle tra Roma Fiumicino e Firenze, Napoli e Bologna. Per tutte queste tratte ci sono infatti adesso non solo i classici intercity ma anche i più moderni treni veloci. Se anche noi introducessimo questo divieto insomma per gli italiani cambierebbe veramente poco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il divieto dei voli brevi alla francese in Italia sparirebbero solo 3 rotte

Today è in caricamento