rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Transizione a tavola / Danimarca

Il primo Paese al mondo che dice addio alla carne

La Danimarca presenta un piano per incentivare i consumi e la produzione di prodotti a base vegetale. Il ministro dell'Agricoltura: "Questo è il futuro"

Potrebbe essere la Danimarca il primo Paese al mondo a eliminare dalla dieta dei suoi cittadini i prodotti a base di carne. Il governo di Copenaghen ha pubblicato nei giorni scorsi un piano d'azione che mira a aumentare la produzione e il consumo di alimenti a base vegetale e rispettosi del clima attraverso sostegni finanziari al settore pubblico, all’industria e ai centri di ricerca e sviluppo.

Il piano d’azione da un lato spinge sull’aumento dei consumi di prodotti a base vegetale, puntando innanzitutto sui menù delle mense scolastiche e in generale del settore pubblico. Dall'altro lato, la Danimarca vuole diventare una potenza mondiale nella produzione di cibo "plant-based", compresa la finta carne, e per farlo incentiverà le attività di ricerca e sviluppo, la formazione degli chef e le start-up. Tale piano si aggiunge a un fondo ad hoc da 100 milioni di euro lanciato già all'inizio di quest'anno per promuovere questo tipo di prodotti.

Secondo i calcoli del ministero dell'Agricoltura, lo sviluppo di un'industria del cibo alternativo alla carne potrebbe portare ricavi pari a 3,5 miliardi di euro alle casse pubbliche (compresi i risparmi per la sanità) e creare circa 27mila posti di lavoro. Per il ministro Jacob Jensen, "gli alimenti a base vegetale sono il futuro": la transizione dalla carne "è necessaria" e "non c'è dubbio che una dieta più ricca di vegetali aiuta a ridurre la nostra impronta climatica", ha aggiunto.

Segui Today anche sul nuovo canale WhatsApp

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il primo Paese al mondo che dice addio alla carne

Today è in caricamento