Clima, il 2019 è stato l’anno più caldo mai registrato in Europa

Segnali allarmanti arrivano dal programma Ue di osservazione della Terra. A livello globale l’anno appena trascorso ha registrato temperature più alte di 0,59°C rispetto alla media, seconde solo al 2015 (+0.63°C)

Il 2019 è stato l’anno più caldo mai registrato in Europa. Ad affermarlo sono i dati raccolto dal programma dell’Unione europea di osservazione della Terra chiamato Copernicus. Temperature superiori alla media stagionale si sono verificate non solo in estate, quando il caldo è più evidente a tutti, ma anche d’inverno. L’ultimo mese del 2019 è stato infatti il dicembre più caldo mai registrato nell’Ue, con temperature di 3,2°C superiori alla media.

Gli effetti degli eventi straordinari

I dati diffusi dai ricercatori di Copernicus mostrano inoltre che le temperature mondiali dell’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle siano state solo di 0,04°C inferiori rispetto al 2016, quando il Pianeta ha subito gli effetti straordinari dell’oscillazione mondiale El Niño, che provocò un forte riscaldamento delle acque dell’Oceano Pacifico. 

I dati in costante aumento 


Al netto degli eventi straordinari, gli ultimi cinque anni sono stati i più caldi mai registrati e il periodo 2010-2019 è stato il decennio più caldo dall’inizio delle rilevazioni sulle temperature, affermano gli addetti ai lavori di Copernicus. Le temperature globali nel 2019 sono state di 0,6°C più calde rispetto alla media del 1981-2010. La temperatura della Terra negli ultimi cinque anni è stata di 1,1-1,2°C più calda rispetto ai tempi pre-industriali.

Gli obiettivi di Parigi

L'anno scorso le Nazioni Unite hanno affermato che le emissioni di gas serra prodotte dall'uomo andrebbero abbattute del 7,6% ogni anno fino al 2030 per limitare gli aumenti di temperatura a 1,5°C - l’obiettivo che le nazioni più ambiziose hanno sottoscritto nell’accordo di Parigi sul clima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • I profitti sono cresciuti del 35%, ma Amazon paga solo il 3% di tasse in più

  • Sempre più Tory contro la violazione dei patti sulla Brexit, Cameron quinto ex premier a dire no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento