Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tolleranza zero contro la mutilazione genitale femminile

 

La mutilazione genitale femminile ha cambiato la vita a oltre 140 milioni di donne in tutto il mondo. Sebbene sia illegale quasi ovunque, la mutilazione genitale femminile è ancora praticata in 28 paesi africani, oltre al Medio Oriente e all'Asia. Solo in Somalia, ne è vittima il 98% delle donne. Nonostante nell'UE sia illegale, sono circa 500.000 le donne in Europa che sono state sottoposte a mutilazione genitale femminile. Nel 2013, l'UE ha reso pubblica una nuova strategia per porre fine a questa pratica. Seppur effettuato in modi diversi, l'intervento può comportare la rimozione del clitoride o la chiusura parziale delle labbra vaginali. Spesso è realizzato in condizioni prive di igiene e mette a grave rischio la salute della donna. L'Unione europea è impegnata ad agire collettivamente per sradicare la pratica della mutilazione genitale femminile. "Cultura, consuetudini, religione, tradizione o il cosiddetto 'onore' non possono essere una giustificazione per atti di violenza contro le donne". Il 6 febbraio è la Giornata internazionale della tolleranza zero contro la mutilazione genitale femminile. Una giornata per aumentare la consapevolezza nei confronti di una violazione dei diritti umani, che secondo l'ONU potrebbe essere eliminata entro una generazione.

Fonte: Europarl.europa.eu

Potrebbe Interessarti

Torna su
EuropaToday è in caricamento