rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Il traguardo

Restituita la vista a venti persone grazie a cornea creata da cellule di maiali

L'impianto bioingegnerizzato, utilizzato in via sperimentale, è un'alternativa ai trapianti normali, che sono difficili da fare a causa della mancanza di donatori

Venti persone cieche o ipovedenti sono tornate a vedere grazie a un impianto pionieristico ricavato dalla pelle di maiale, che assomiglia alla cornea umana. L'impianto bioingegnerizzato è un'alternativa ai trapianti di cornee umane donate, che scarseggiano. "I risultati dimostrano che è possibile sviluppare un biomateriale che soddisfa tutti i criteri per essere utilizzato come impianto umano, che può essere prodotto in massa e conservato per due anni, raggiungendo così un numero ancora maggiore di persone con problemi di vista", ha affermato Neil Lagali, professore presso il dipartimento di scienze biomediche e cliniche dell'Università di Linkoping, in Svezia, e uno dei ricercatori.

Secondo lo studio, pubblicata su Nature Biotechnology, le operazioni sono state prive di complicazioni, il tessuto è guarito rapidamente e un trattamento di otto settimane con colliri immunosoppressivi ha impedito il rigetto dell'impianto. Nei trapianti normali, i farmaci vengono assunti per diversi anni. Come riporta il Times prima dell'intervento, 14 dei 20 partecipanti erano ciechi. Dopo essere stati monitorati per due anni, nessuno dei pazienti era più cieco. Gli esperti stimano che 12,7 milioni di persone a livello globale siano cieche a causa di cornee danneggiate, ma solo un paziente su 70 riceve un trapianto. "Abbiamo compiuto sforzi significativi per garantire che la nostra invenzione sia ampiamente disponibile e accessibile", ha dichiarato Mehrdad Rafat, amministratore delegato di LinkoCare Life Sciences AB, che ha prodotto le cornee utilizzate nello studio.

I ricercatori hanno utilizzato molecole di collagene derivate dalla pelle di maiale. I trapianti di solito prevedono che la cornea del paziente venga rimossa chirurgicamente e sostituita con una donata. Lagali ha spiegato che "con il nostro metodo, il chirurgo non rimuove il tessuto del paziente. L'impianto viene inserito nella cornea esistente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restituita la vista a venti persone grazie a cornea creata da cellule di maiali

Today è in caricamento