rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Budget

Il Parlamento Ue aumenta il proprio bilancio, M5S: "Scelta ingiustificata"

Le spese sono previste in crescita del 6,2 per cento nel 2023, sia per l'indicizzazione dei salari che anche per coprire costi energetici e di sicurezza informatica superiori legati alla guerra in Ucraina

Il Parlamento europeo ha approvato un aumento del proprio bilancio interno, un una mossa che è stata criticata dal Movimento Cinque Stelle che l'ha definita “ingiustificata”, soprattutto in tempi di guerra. Ma le conseguenze dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia di Vladimir Putin sono proprio tra le cause dell'aumento che i deputati hanno fissato al 6,2 per cento, passando dagli attuali 2 milioni e 112.904 euro a 2 milioni e 244.696 euro nel 2023.

Buona parte di questi circa 132 milioni in più serviranno a coprire l'indicizzazione annuale degli stipendi dei funzionari, prevista in tutte le istituzioni comunitarie, ma anche l'aumento vertiginoso dei costi energetici e delle spese legate all'Ucraina, come quelle per la sicurezza informatica. Ad esempio ci saranno 40 assunzioni nella Dg Itec al fine di potenziare le capacità di difesa cibernetica, e 20 nella Dg Safe per rafforzare la capacità di individuare, prevenire e reagire a nuove minacce di natura ibrida e modernizzare e digitalizzare i processi di sicurezza. “Le minacce cibernetiche contro il Parlamento, anche da parte di gruppi sponsorizzati da Stati, stanno crescendo in modo esponenziale sia in termini numerici che di sofisticazione”, sostengono i deputati nella risoluzione. Il Parlamento sostiene che l'aumento sarebbe in realtà solo del 2,46%, con il resto che sarebbe dovuto a circostanze eccezionali. In ogni caso ci potrebbe essere una discussione con il Consiglio, visto che diversi Paesi membri più austeri potrebbero ricordare che le linee guida richiedono alle istituzioni di attenersi a un aumento massimo del budget annuale del 2%.

Di aumento “indiscriminato e ingiustificato”, ha parlato il M5S che con un intervento in Aula di Mario Furore ha espresso “dubbi” del su molte voci di spesa. “In un periodo di grande difficoltà per famiglie e imprese che non riescono a pagare le bollette e in tempo di guerra che si combatte ai confini dell’Unione europea avremmo voluto maggiore cautela su come vengono spesi i soldi dei cittadini”, ha detto l'eurodeputato, auspicando che nelle trattative con Commissione e Consiglio “si arrivi a un compromesso che calmieri e non incrementi le spese amministrative del Parlamento europeo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Parlamento Ue aumenta il proprio bilancio, M5S: "Scelta ingiustificata"

Today è in caricamento