"Si può uscire dal lockdown solo con vaccini e immunità di gregge"

Una ricerca della prestigiosa rivista Lancet basata sulla situazione in Cina afferma che con l'eliminazione delle misure di quarantena c'è un forte rischio che il contagio torni a presentarsi in maniera massiccia

Lacrime di gioia dei cittadini di Wuhan dopo la fine del lockdown stretto - foto Ansa

Per uscire dal lockdown e tornare alla normalità gli Stati del mondo avranno bisogno dei vaccini e di raggiungere l'immunità di gregge, altrimenti il rischio è che una volta sollevate le misure di distanza sociale il coronavirus tornerà a diffondersi.

Lo studio

Lo afferma uno studio basato sull'esperienza cinese pubblicato sulla rivista britannica Lancet (qui il link per leggerlo) e condotto da un gruppo di ricercatori di Hong Kong che affermano che il potenziale per una seconda ondata di infezioni da Covid-19 in Cina potrebbe aumentare "esponenzialmente" se le misure venissero allentate troppo rapidamente. "Senza l'immunità di gregge i casi potrebbero facilmente ripresentarsi man mano che le attività commerciali, le fabbriche e le scuole riprenderanno gradualmente a funzionare e aumenterà l'interazione sociale", afferma il professore Joseph T Wu dell'Università di Hong Kong, che ha diretto lo studio.

Dati dalle province cinesi

I ricercatori hanno utilizzato un modello basato sui dati di riproduzione del Covid-19 provenienti dalle 10 province cinesi con il maggior numero di casi confermati come Wuhan, Pechino, Shanghai, Shenzhen, Wenzhou, nonché sul rischio di mortalità per caso confermato in tutte le 31 province, allo scopo di determinare i potenziali effetti di misure di riduzione dei vari blocchi dopo la prima ondata di infezione. Pechino ha imposto misure severissime per ridurre i contagi e le morti ma secondo i ricercatori il rischio di una seconda ondata dopo la riapertura delle città come Wuhan rimane molto alto.

Immunità di gregge

“Anche se le contromisure aggressive sembrano aver ridotto il numero di casi segnalati, l'assenza di immunità da gregge nei confronti del COVID-19 suggerisce che i contagi potrebbero facilmente ripresentarsi quando questi interventi verranno allentati, man mano che riprendono le attività, le operazioni in fabbrica e le scuole, dato anche il crescente rischio di reintroduzione virale, in particolare dall'importazione all'estero”, si legge nello studio. Per creare l'immunità di gregge è necessario che una parte della popolazione superi il contagio da sola, contraendo e guarendo dalla malattia, ma naturalmente sarà indispensabile anche la produzione di vaccini. Il primo Paese a parlare apertamente della necessità di sviluppare “una certa” immunità di gregge, è stato il Regno Unito di Boris Johnson, finito per questo nel tritacarne delle critiche, soprattutto in Italia.

Necessità di vaccini

Per gli studiosi trovare un equilibrio tra il consentire la ripresa delle attività economiche e mantenere i controlli sufficientemente stretti da prevenire un aumento delle infezioni “è probabilmente la strategia ottimale fino a quando vaccini efficaci non saranno ampiamente disponibili, nonostante il fatto che le politiche di controllo, tra cui il distanziamento sociale, i cambiamenti comportamentali e la consapevolezza della popolazione verranno probabilmente mantenuti per qualche tempo ”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'importanza di sistemi sanitari preparati

Lo studio sottolinea anche che il tasso di mortalità è più basso nelle province più ricche. "I nostri risultati evidenziano l'importanza di garantire che i sistemi sanitari locali dispongano di personale e risorse adeguati per ridurre al minimo i decessi correlati a Covid", ha dichiarato il professor Gabriel M Leung dell'università di Hong Kong.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Finlandia dice addio alla svastica: per un secolo è stata il simbolo delle sue forze aeree

  • Premier olandese: "L'Italia impari a farcela da sola". Conte: è quello che faremo

  • Erdogan vuole che l'ex basilica di Santa Sofia a Istanbul torni ad essere una moschea

  • "Olanda, Lussemburgo e Irlanda fanno perdere all'Italia 8 miliardi l'anno"

  • Grecia stanca della Troika: "Condizionalità nel Recovery Fund inaccettabili"

  • Saviano e Fazio a evento del Parlamento Ue, Lega attacca: "Siamo messi bene"

Torna su
EuropaToday è in caricamento