Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ex M5s sanzionata per molestie attacca Tajani: "Non mi fate licenziare i miei accusatori"

La rabbia di Giulia Moi durante la sessione plenaria a Strasburgo: "E' un attacco politico". L'Ufficio di presidenza dell'Eurocamera, composto anche dal gruppo dei 5 stelle, ha confermato la multa

 

"Non rispondete alle mie richieste e non mi permettete di licenziare due assistenti parlamentari che hanno commesso irregolarità. Cosi' non posso lavorare. Questo è un attacco politico". Giulia Moi, ex eurodeputata del Movimento 5 stelle, non ci sta a essere accusata di molestie psicologiche. L'Ufficio di presidenza del Parlamento europeo, di cui fa parte anche il rappresentante del gruppo del M5s, ha votato all'unanimità a favore della sanzione pecuniaria contro l'eurodeputata (pari a 12 giorni di diaria), dopo che questa è stata accusata da due suoi assistenti di violenze psicologiche sul luogo di lavoro. Ma lei si difende e lo fa prendendo la parola durante la sessione plenaria di Strasburgo: "Sono loro (gli assistenti, ndr) ad aver commesso delle irregolarità". Un intervento interrotto a fatica dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.   

Potrebbe Interessarti

Torna su
EuropaToday è in caricamento