Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Deputato M5s protesta al Parlamento Ue per lo stop a Savona ma gli chiudono il microfono: "E' censura"

L'europarlamentare Corrao: "Evidentemente a qualcuno la democrazia italiana fa paura"

 

"Il Movimento 5 Stelle è stato censurato al Parlamento europeo". La denuncia arriva dal deputato pentastellato Ignazio Corrao, che oggi a Strasburgo aveva preso la parola in aula. “Alla maggioranza eletta in Italia è stata impedita la possibilità di formare un governo”, ha detto prima che il presidente di turno dell'Aula gli spegnesse il microfono. Il motivo? Il tema trattato non corrispondeva alle motivazioni per cui il deputato aveva chiesto di intervenire.

“Volevamo aprire un dibattito al Parlamento europeo sulla grave violazione delle regole democratiche che è avvenuta in uno degli Stati membri - lamenta Corrao - Non si può far finta che in Italia non sia successo niente. Il vulnus democratico subìto e lo spread schizzato oggi oltre i 300 punti sono fatti gravi che meritano un dibattito serio. Se il Governo del Cambiamento fosse partito, oggi avremmo un governo politico forte che sarebbe già al lavoro per incontrare la Commissione e gli altri Paesi europei. Vogliamo rilanciare l’Europa con i fatti. Nel nostro accordo di governo non è prevista l'uscita dall’euro ma vogliamo un serio dibattito per rendere l’Unione più equa. Ma evidentemente a qualcuno la democrazia italiana fa paura”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
EuropaToday è in caricamento