Venerdì, 18 Giugno 2021
EuropaToday

Vendita di schiavi in Libia. Tajani: è inaccettabile. Macron chiede riunione Consiglio di Sicurezza ONU

Mogherini appoggia proposta del Presidente francese e chiarisce che l'aiuto Ue alla Libia viene realizzato nel pieno rispetto dei diritti umani. Missione del Parlamento Ue in Libia dal 16 al 22 dicembre.

Migranti in Libia. ANSA/ FERMO IMMAGINE RAI3

"E' inaccettabile ciò che abbiamo visto, la schiavitù è inaccettabile, oggi abbiamo firmato l'invio di una missione del Parlamento europeo in Libia dal 16 al 22 dicembre per andare a verificare la situazione" in loco. Il Presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani ha reagito con queste parole ai video diffusi dalla CNN in cui si mostrava come migranti di origine subsahariana venissero venduti come schiavi in Libia. La voce di Tajani si somma così a quella di Emmanuel Macron che sempre oggi ha parlato di "crimini contro l'umanità", chiedendo poi una riunione speciale del Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite. 

A sostegno della richiesta francese si è espressa anche l'Alto rappresentante per la politica estera e di difesa Federica Mogherini, parlando in una conferenza stampa a margine della Conferenza di alto livello sull'Africa promossa dal Parlamento Ue. Mogherini ha quindi voluto chiarire il ruolo della cooperazione tra la Ue e la Libia, un ruolo criticato fortemente dall'Onu per il finanziamento alla Guardia costiera del paese Nord-Africano, accusata di abusi e maltrattamenti. "Il lavoro della Ue punta solo ed esclusivamente di salvare vite umane, migliorare le condizioni di vita e assicurare la protezione internazionale a chi può chiederla".

"Ciò che facciamo con la gestione dellde frontiere - ha aggiunto il capo della diplomazia comunitaria - è solo una piccola parte del lavoro che facciamo sulla Libia, la maggior parte del nostro lavoro è diplomatico per superare l'impasse politico e stabilizzare il paese". "Siamo tra le poche potenze al mondo - ha concluso - che mettono i diritti umani al centro della nostra poitica estera, la priorità della nostra politica di sviluppo è che sostenga i diritti umani e lo stato di diritto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

EuropaToday è in caricamento