rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Ottimo risultato

Schlein nuova leader dei socialisti europei, insieme allo spagnolo Sanchez

Il Pd con 21 deputati sarà azionista di maggioranza del gruppo insieme al Psoe che ne avrà 20, e potrebbe aspirare anche alla presidenza come ai tempi di Pittella

Giorgia Meloni non è l'unica vincitrice le elezioni in Italia. Anche Elly Schlein può esultare per l'ottimo risultato del suo Partito democratico, un risultato che la proietta come nuova leader dei socialisti in Europa. Il Pd sarà con 21 deputati l'azionista di maggioranza del gruppo a Strasburgo e Bruxelles, insieme al Psoe di Pedro Sanchez che ne avrà 20. Questo buon risultato fa da contraltare alla figuraccia fatta dai tedeschi della Spd di Olaf Scholz, in caduta libera. Per Schlein è una vittoria interna ed europea. La Segretaria, che ha assunto la guida del partito lo scorso anno, aveva faticato finora a imporre la sua volontà alla vecchia guardia. Il Pd aveva ottenuto il 19% dei voti alle elezioni nazionali nel 2022 e Schlein era ansiosa di migliorare questo risultato alle europee. E ci è riuscita, mettendo a tacere tutti i critici e mettendo in riga le minoranze, che ora dovranno seguire la sua linea senza tante polemiche.

Elezioni europee, i seggi assegnati secondo le ultime proiezioni

"A livello europeo il Pse tiene, come era nostro obiettivo non è possibile alcuna maggioranza al Parlamento europeo senza il gruppo S&D", ha detto la Segretaria a caldo, aggiungendo: "Vedremo in queste ore se saremo la prima o la seconda delegazione all'Europarlamento all'interno del gruppo socialista". E sarà con ogni probabilità la prima, pari merito con gli spagnoli, altri sconfitti ma vincitori di queste elezioni europee. Il leader dei popolari iberici, Alberto Núñez Feijóo, aveva provato a trasformare le elezioni europee in un referendum sul governo in carica. E questo referendum lo ha perso. Alla fine Sanchez, che è stato criticato per aver concesso una controversa amnistia ai separatisti catalani in cambio del loro sostegno parlamentare, è arrivato secondo ma con un buon 30.19%, non molto dietro il 34.18% del Pp di Feijóo.

"È una chiara vittoria per i popolari ma non una sconfitta schiacciante per il Psoe", ha sottolineato Pablo Simon, politologo dell'Università Carlos III di Madrid. Sanchez si è congratulato con i suoi rivali, ma ha festeggiato i risultati del suo partito. "Il Psoe è diventato l'unica opzione di governo contro l'ondata di estrema destra che sta investendo l'Europa e la Spagna", ha rivendicato. La presidente uscente del gruppo socialista a Bruxelles e Strasburgo, la spagnola Iratxe García Pérez, è stata rieletta e punta a essere confermata nel suo ruolo. Ma non è escluso che il suo posto venga ora preso da un italiano, o un'italiana. Il gruppo potrebbe tornare a essere guidato da un Dem, come ai tempi di Gianni Pittella. Di certo comunque a guidarlo non sarà un tedesco.

I tempi della leadership di Martin Schulz e della Spd sono solo un ricordo lontano. La socialdemocrazia del cancelliere Olaf Scholz ha preso una sonora bastonata, facendo segnare un misero 13.90%, il peggio risultato della storia, che assicurerà al partito 14 deputati. Scholz ha escluso l'opzione di elezioni parlamentari anticipate, opzione scelta dalla Francia di Emmanuel Macron, nonostante la pesante sconfitta del suo governo. L'idea di elezioni anticipate, richiesta dall'estrema destra e dai popolari, non è stata presa in considerazione "in nessun momento, nemmeno per un secondo", ha dichiarato il portavoce del cancelliere, Steffen Hebestreit, nonostante il risultato "insoddisfacente" dei tre partiti della coalizione di governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schlein nuova leader dei socialisti europei, insieme allo spagnolo Sanchez

Today è in caricamento