rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
L'ultimatum / Spagna

L'ex leader dell'indipendenza catalana: "Se non sarò rieletto presidente lascio la politica"

A maggio si vota per rinnovare il parlamento della Generalitat e ci sarà anche il politico attualmente in esilio in Belgio e in attesa dell'amnistia, che corre solo per vincere: "Non rimarrò all'opposizione"

L'ex presidente della Catalogna e leader del fallito tentativo di secessione, Carles Puigdemont, ha dichiarato che lascerà la politica attiva nel caso in cui non sarà rieletto presidente della regione autonoma. "Spero di non abbandonare mai la politica", ha dichiarato in un'intervista radiofonica all'emittente Rac-1 dal Sud della Francia, "ma se ci riferiamo a politica attiva, sì, non la posso fare se non otterrò la responsabilità della presidenza, che è il motivo per cui mi presento". Il politico sta correndo come candidato alla presidenza nelle elezioni della Generalitat del 12 maggio, alle quali potrà partecipare grazie all'amnistia concessa dal governo del socialista Pedro Sanchez. 

La dichiarazione di Puigdemont arriva in seguito alla pubblicazione degli ultimi sondaggi, che danno in testa il candidato del Partito socialista catalano Salvador Illa. Il partito dell'ex presidente e attualmente eurodeputato, Junts per Catalunya si gioca il secondo posto con il partito del presidente uscente, Sinistra repubblicana di Catalogna.

Puigdemont deve aspettare il voto del Senato sull'amnistia concessagli dal governo. Se la legge verrà approvata, l'ex giornalista potrà tornare in patria dopo anni di esilio autoimposto in Belgio. Nel 2017 il politico catalano aveva indetto un referendum illegale e unilateralmente dichiarato l'indipendenza della regione. Per evitare l'arresto, era fuggito all'estero, a Waterloo, ma adesso è pronto a tornare. L'ex giornalista 61enne ha promesso di portare a termine il processo di indipendenza avviato nel 2017.

Il secessionista ha detto che tornerà in Spagna anche in caso di sconfitta. "Tornerò sia che abbia vinto sia che abbia perso", ha affermato, scartando però un rimpatrio durante la campagna elettorale, perché "il ritorno non può essere un gesto funzionale a una strategia elettorale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex leader dell'indipendenza catalana: "Se non sarò rieletto presidente lascio la politica"

Today è in caricamento