rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Strasburgo / Ucraina

Il Parlamento Ue chiede un tribunale internazionale per i crimini russi in Ucraina

Approvata una relazione in cui si chiede all'Ue di lavorare con Kiev "per indagare non solo su Vladimir Putin e sulla leadership politica e militare ma anche su Lukashenko e la Bielorussia"

Il Parlamento europeo chiede l'istituzione di un tribunale internazionale per processare eventuali crimini di guerra commessi dalle truppe russe in Ucraina. I deputati riuniti in Plenaria a Strasburgo hanno approvato con 472 voti favorevoli, 19 contrari e 33 astensioni una risoluzione in cui affermano che "le atrocità commesse dalle forze armate russe a Bucha, Irpin e in molte altre città ucraine rivelano la brutalità della guerra" e in cui sottolineano "l'importanza di un'azione internazionale coordinata per stabilire la responsabilità secondo il diritto internazionale umanitario".

Il testo, che non ha un valore legislativo, esorta per questo l'Ue a sollecitare l'istituzione di un tribunale internazionale speciale, in stretta cooperazione con l'Ucraina e con la comunità internazionale, che "si occupi di perseguire la leadership politica e militare della Russia e i suoi alleati". Secondo i parlamentari l'istituzione di tale tribunale "colmerebbe la grave lacuna esistente nell'attuale assetto istituzionale della giustizia penale internazionale oltre ad integrare gli sforzi investigativi della Corte penale internazionale, che attualmente non può indagare sul crimine di aggressione contro l'Ucraina", in quanto né Mosca né Kiev hanno mai sottoscritto lo Statuto di Roma.

Secondo l'Aula, sebbene l'esatta composizione e le modalità di funzionamento del tribunale speciale debbano ancora essere determinate, il tribunale dovrebbe "avere la competenza per indagare non solo su Vladimir Putin e sulla leadership politica e militare della Russia, ma anche su Aleksander Lukashenko e i suoi alleati in Bielorussia". Il Parlamento si è detto "fermamente convinto che l'istituzione di tale tribunale speciale invierebbe sia alla società russa che alla comunità internazionale un segnale molto chiaro del fatto che Putin e la leadership politica e militare russa possono essere condannati per il crimine di aggressione commesso in Ucraina, e che non è più possibile per la Russia, sotto la guida di Putin, tornare alla situazione preesistente nei suoi rapporti con l'Occidente".

A novembre anche la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, aveva detto di voler lavorare alla creazione di un tribunale speciale per i crimini russi in Ucraina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Parlamento Ue chiede un tribunale internazionale per i crimini russi in Ucraina

Today è in caricamento