rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
L'appello

Il premier della Palestina: "Tutti i Paesi europei riconoscano il nostro Stato"

In missione a Bruxelles, Mohammed Mustafa ha detto che è "la cosa giusta da fare per la pace". Spagna, Irlanda e Norvegia pronti a compiere il passo

Per arrivare a una pace in Medio oriente il riconoscimento della Palestina "è la cosa giusta da fare", e quindi tutti i Paesi europei dovrebbero seguire la scelta di Spagna, Irlanda e Norvegia che il 28 maggio compieranno questo passo. È l'appello del premier palestinese Mohammed Mustafa, in missione a Bruxelles dove ha partecipato a un incontro dei partner internazionali sulla Palestina. Il meeting, presieduto dal ministro degli Affari esteri norvegese, Espen Barth Eide, e ospitato dall'alto rappresentante per gli Affari esteri dell'Unione europea, Josep Borrell, ha riunito rappresentanti dei principali donatori, nonché le Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali.

"È importante tener vivo il processo di pace e il riconoscimento della Palestina è la giusta cosa da fare per la pace, è un inizio. Chiedo a tutti i Paesi europei di riconoscere la Palestina. È l'unico atto per far sì che sia percorribile la soluzione dei due Stati", ha dichiarato Mustafa in conferenza stampa a Bruxelles con il ministro degli Esteri spagnolo Jose Manuel Albares. "Quanto sta accadendo a Gaza è una violazione del diritto internazionale. Io credo sia il tempo di alzare la voce ulteriormente pe chiedere un cessate il fuoco e fermare Israele. Ogni giorno di cessate il fuoco che perdiamo ha costi molo alti, per tutti", ha aggiunto il premier palestinese, secondo cui "la politica è compromesso", e ora "è giunto il momento del compromesso".

Il riconoscimento dello Stato di Palestina è "giustizia per il popolo palestinese" ed è anche "la migliore garanzia di sicurezza per Israele", ha dichiarato lo spagnolo Albares. Lo Stato di Palestina è riconosciuto da 143 Paesi nel mondo. Norvegia, Spagna e Irlanda si aggiungeranno a questo elenco martedì 28 maggio e in seguito potrebbe unirsi anche la Slovenia. I Paesi che hanno riconosciuto la Palestina quest'anno sono Bahamas, Trinidad e Tobago, Giamaica e Barbados e proprio questo mese, 143 dei 193 membri dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite hanno votato a favore dell'adesione della Palestina all'Onu, cosa che solo gli Stati possono fare. La maggior parte del Medio Oriente, dell'Africa e dell'Asia riconosce la statualità palestinese.

Il riconoscimento della Palestina nel mondo - fonte Al Jazeera

Tuttavia, Stati Uniti, Canada, Australia, Giappone, Corea del Sud e molti Stati dell'Europa occidentale, tra cui l'Italia, non lo fanno. Il governo di Giorgia Meloni si è detto a favore del riconoscimento dello Stato della Palestina, ma all'interno del percorso più ampio del processo di pace in Medio oriente, e non come azione unilaterale. Tel Aviv ha riconosciuto finora solo l'Autorità nazionale palestinese con gli accordi di Oslo del 1993, mentre l'Olp (l'Organizzazione di liberazione della Palestina, all'epoca guidata da Yasser Arafat) ha riconosciuto il diritto a esistere dello Stato di Israele, rinunciando alla lotta armata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il premier della Palestina: "Tutti i Paesi europei riconoscano il nostro Stato"

Today è in caricamento