rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Venti di guerra

Paura di una guerra anche in Transnistria, l'Ue promette armi alla Moldavia

Il Paese che confina con l’Ucraina rischia di essere trascinato nella guerra a causa dei recenti scontri nella regione separatista dove sono già presenti 1.500 soldati russi

Bruxelles teme che Vladimir Putin possa estendere il conflitto anche in Transistria. Per questo il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha promesso che l'Ue “aumenterà considerevolmente” il suo sostegno militare alla Moldavia. Il Paese confinante con l’Ucraina nelle ultime settimane è stato coinvolto nella guerra, con esplosioni nella regione separatista filo-russa che hanno creato forti preoccupazioni sul fatto che la guerra possa estendersi al di fuori dei confini ucraini. 

“Abbiamo in programma di aumentare considerevolmente il nostro sostegno alla Moldavia nell’anno in corso, fornendo ulteriore equipaggiamento militare alle sue forze armate”, è l’impegno che ha preso Michel questa mattina in una conferenza stampa congiunta con la presidente moldava, Maia Sandu, durante la sua visita nella capitale Chisinau.

“È nostro dovere europeo aiutare e sostenere il vostro Paese e aumentare il nostro sostegno alla vostra stabilità, sicurezza e integrità territoriale”, ha aggiunto il presidente del Consiglio europeo rivolgendosi alla controparte moldava. “Continueremo ad approfondire la nostra partnership per avvicinare il vostro paese all’Ue”, ha concluso Michel.

Chisinau ha invece confermato di aver preparato “piani di emergenza” per scenari 'pessimistici' in relazione ai timori di essere trascinata nel conflitto che ha colpito la vicina Ucraina. La presidente Sandu, tuttavia, ha spiegato che la Moldavia non vede una minaccia "imminente" di disordini dalla guerra in Ucraina, nonostante le "provocazioni" dei separatisti filorussi nella regione della Transnistria, che hanno riportato una serie di attacchi ed esplosioni e hanno incolpato Kiev. Sandu e il suo governo hanno invece preso di mira le fazioni separatiste "pro-guerra".

La Russia, che ha circa 1.500 soldati di stanza in Transnistria, si è invece detta "allarmata" da "atti terroristici" nella regione e sta monitorando da vicino la situazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura di una guerra anche in Transnistria, l'Ue promette armi alla Moldavia

Today è in caricamento