rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Europa Today

Quinta notte di scontri in Francia, la protesta si allarga alla Svizzera

Non si placano le rivolte esplose dopo la morte del 17enne Nahel, ucciso da un poliziotto a Nanterre durante un controllo di routine che il ragazzo avrebbe cercato di evitare

Un vigile del fuoco di 24 anni è morto durante le proteste in Francia

Quinta notte di scontri in Francia. Non si placano le proteste esplose dopo la morte del 17enne Nahel, ucciso da un poliziotto a Nanterre durante un controllo di routine che il ragazzo avrebbe cercato di evitare.

Tensioni anche sugli Champs-Elysées a Parigi. La zona è stata completamente blindata ma gruppi di giovani di tanto in tanto hanno tentato di fare irruzione.

Vincent Jeanbrun, sindaco di Haÿ-les-Roses, nel Val-de-Marne, e portavoce dei Républicains, ha denunciato su Twitter l'attacco sferrato la notte scorsa contro la sua abitazione, dove si trovavano la moglie e i figli. Un gruppo di rivoltosi, dopo aver sfondato il cancello di ingresso a bordo di un'auto, ha incendiato il veicolo con l'intento, secondo persone vicine a Jeanbrun, di dare fuoco alla casa. "Mia moglie e i miei figli in stato di shock e feriti", ha scritto nel post alle due del mattino, poi ritirato.

La moglie di Jambrun si sarebbe ferita nella fuga precipitosa assieme ai due bambini, mentre gli assalitori la inseguivano. Ferito anche uno dei due piccoli. La donna è andata in ospedale, i bambini sono stati raggiunti dal padre e portati in luogo sicuro. Secondo quanto appreso da Bfmtv un'inchiesta per tentato omicidio è stata aperta questa mattina dalla procura di Créteil.

La rivolta che sta incendiando le banlieue adesso si allarga e tocca la Svizzera. Dopo gli appelli alla protesta lanciati dai manifestanti su Snapchat e Tiktok, a Losanna ci sono stati scontri in centro, con 200 giovani che hanno affrontato la polizia, riferisce il sito '20 minutes'. Un negozio della Fnac e un negozio di scarpe sono stati saccheggiati. 

La polizia francese ha arrestato oltre 1.311 persone da quando sono iniziate le violente. Le autorità  hanno inviato truppe supplementari nelle città più critiche: Lione, Grenoble e Marsiglia.

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quinta notte di scontri in Francia, la protesta si allarga alla Svizzera

Today è in caricamento