Mercoledì, 4 Agosto 2021
Europa Today

"I transgender li trovo disgustosi", il presidente ceco si schiera con Orban

Zeman sostiene la legge contro la 'propaganda gay' e aggiunge: “Organizzerei a Praga una manifestazione con milioni di eterosessuali, per far vedere quanto è insignificante il Gay Pride”

Un Gay Pride - foto archivio Ansa EPA/ATEF SAFADI

I transgender sono “disgustosi” e la legge in discussione in Ungheria, che mira a vietare la 'propaganda gay' ai minorenni è giusta. Se gran parte d'Europa sta criticando Viktor Orban, il presidente della Repubblica Ceca Milos Zeman, ha invece scelto di schierarsi apertamente al suo fianco. "Posso capire gay, lesbiche e così via", ha detto in un'intervista all'emittente Cnn Prima News, ma non i transgender.

"Se ti sottoponi a un'operazione di cambio di sesso stai fondamentalmente commettendo un crimine di autolesionismo", ha detto Zeman aggiungendo: “Ogni intervento chirurgico è un rischio e queste persone transgender per me sono disgustose". Il capo dello Stato ceco ha detto di essere d'accordo con l'iniziativa di Orban che è stata apertamente criticata da diversi Stati membri dell'Unione, con l'Olanda di Mark Rutte che ha addirittura chiesto che l'Ungheria venga cacciata dal blocco se non ritirerà la controversa legge che impone un divieto di mostrare a un minore qualsiasi contenuto che rappresenti “deviazioni dall'identità corrispondente al proprio sesso assegnato alla nascita”.

"Viktor Orbán dice di non essere contro gli omosessuali, ma di essere contro la manipolazione non solo dei genitori, ma anche dei bambini nell'educazione sessuale", e per questo "non vedo alcun motivo per non essere d'accordo con lui”, ha affermato Zeman sostenendo di essere “completamente infastidito dalle suffragette, dal movimento Me Too e dal Praga Pride". Contro il Gay Pride, ha aggiunto, vorrebbe organizzare una giornata dell'orgoglio eterosessuale. "Se fossi un po' più giovane, organizzerei una grande manifestazione di eterosessuali a Praga. E saremmo milioni. E porterei autobus e treni per tutti gli eterosessuali in modo che tutti possano vedere quanto sia insignificante" in confronto il gay pride.

Per il presidente l'orientamento sessuale è qualcosa che deve essere relegato alla sfera privata. "Se qualcuno è membro di una minoranza sessuale, sono affari loro. Quando manifesta per il suo orientamento, allora si esalta al di sopra degli altri", ha continuato Zeman, secondo cui però l'educazione sessuale può affrontare anche le questioni Lgbt+, ma solo nelle scuole superiori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I transgender li trovo disgustosi", il presidente ceco si schiera con Orban

Today è in caricamento