Venerdì, 30 Luglio 2021
Europa Today

Dopo il lockdown i giovani non flirtano più, parte la campagna per far tornare il corteggiamento

Finito l'isolamento dovuto alla pandemia la vita sociale e sessuale ha difficoltà a ripartire e così in Olanda è stata lanciata l'iniziativa Summer of Love

Foto Ansa PAOLO SALMOIRAGO

L'estate è per tradizione la stagione dell'amore, per questo una fondazione olandese per la salute sessuale ha dato il via ad una campagna per ricordare ai giovani come flirtare. L'iniziativa, non a caso, si chiama "Summer of Love" e nasce dalla preoccupazione che con l'isolamento dovuto alla pandemia, la generazione più giovane abbia perso capacità fisiche ed emotive fondamentali per relazionarsi con nuovi partner.

Cinque passi per un'estate sexy

Si tratta di una piattaforma online gestita congiuntamente dall'organizzazione Soa Aids Nederland, dal governo olandese e dai centri sanitari locali, che suggerisce agli interessati "cinque passi per un'estate divertente e sexy". Ai giovani si consiglia di "presentarsi come se stessi", essere bocy-positive, flirtare e festeggiare, fare sesso spensierato, sicuro e consensuale, e chiedere aiuto se necessario. Proprio per questo, come riporta il Telegraph, l'iniziativa viene condotta parallelamente a un'altra campagna chiamata "Stai bene?" che fornisce un kit di strumenti che mira ad aiutare persone, come per esempio il personale dei bar, a riconoscere quando le attenzioni sono indesiderate, e quindi intervenire prontamente. Tra le altre cose, "Summer of Love" si propone anche di ricordare che il coronavirus non è l'unica infezione dilagante, ma bisogna prestare attenzione anche alle malattie sessualmente trasmissibili. Hanna Bos, consulente in malattie infettive per Soa Aids ha detto che a tutti è concessa "un'estate d'amore, ma se hai più partner bisogna proteggersi e in caso di dubbi fare test".

Il compagno di sesso

Le preoccupazioni sulla sessualità delle generazioni più giovani sono sorte quando il centro di competenza sulla salute sessuale Rutgers ha scoperto che nonostante l'Istituto di Salute Pubblica olandese lo scorso anno avesse incoraggiato i single ad avere un "compagno di sesso", i cittadini tra i 16 e i 20 anni hanno avuto una percentuale bassissima di incontri romantici. "Prima del coronavirus il 51% di giovani ottenevano frequentemente appuntamenti, ma dopo la pandemia questo dato è sceso al 21%" ha detto Luc Lauwers, responsabile del programma di formazione sessuale a Rutgers, aggiungendo che "limitare i contatti sociali ha messo la vita amorosa dei ragazzi praticamente in pausa". "Con la cosiddetta estate dell'amore in arrivo, è giunto il momento di sostenere i giovani con attività mirate e ricordare loro come divertirsi e stare al sicuro insieme" ha aggiunto Lauwers riferendosi alla campagna "Summer of Love".

Reimparare cose che erano normali

 Ymke Kelders, una portavoce dell'ente, ha detto a Dutch News che quando la vita tornerà alla normalità, potremmo aver bisogno di imparare nuovamente come compiere delle azioni che prima della pandemia erano consuetudine. In questo senso la dottoressa Margriet van Heesch, insegnante di sociologia all'Università di Amsterdam, ha spiegato che mentre l'educazione sessuale e alcune campagne hanno un'influenza positiva sulla felicità e il benessere sessuale nei Paesi Bassi, la cultura pop e internet sono altrettanto importanti. "Guidare i giovani verso una piacevole maturità sessuale dipende da tutti i tipi di influenze (positive e negative)", ha detto Van Heesch, aggiungendo che le serie Tv, TikTok e Instagram "sono scrigni pieni di informazioni per i giovani adulti". 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il lockdown i giovani non flirtano più, parte la campagna per far tornare il corteggiamento

Today è in caricamento