rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
La nuova legge

L'Europa cerca autisti: alla guida del camion già a 17 anni

La prossima settimana, il Parlamento europeo dovrebbe dare il via libera alla riforma delle norme sulle patenti. Tra le novità, il foglio rosa a partire dai 16 anni

Facilitare l'accesso dei giovani alla professione di autista. È con questo obiettivo che l'Unione europea si appresta a riformare le regole sulle patenti. La proposta di legge (una direttiva per la precisione) sarà votata dalla plenaria del Parlamento europeo la prossima settimana e prevede la possibilità di condurre un camion (accompagnati da un adulto) già a 17 anni. Per il cosiddetto foglio rosa, l'età minima è abbassata a 16 anni. 

Mitigare la carenza di autisti professionisti

Il testo ha avuto un primo via libera dalla commissione Trasporti. "Per mitigare la carenza di autisti professionisti", si legge in una nota del Parlamento, la legge consentirà "ai diciottenni di ottenere la patente per guidare un camion o un autobus con un massimo di 16 passeggeri, a condizione che siano in possesso di un certificato di idoneità professionale. In caso contrario, il limite di età viene elevato a 21 anni", ossia l'età minima raccomandato oggi dalle leggi Ue. Per quanto riguarda il periodo di prova, sarà possibile guidare questo tipo di veicoli già a 17 anni, purché accompagnati da un conducente esperto.

Secondo la Commissione europea, che ha elaborato la riforma, abbassare la soglia di età "può anche rendere più attraente per i giovani una carriera nel settore dei trasporti, contribuendo così, nel tempo, ad alleviare la carenza di conducenti professionisti, senza compromettere la sicurezza stradale", si legge nella proposta di Bruxelles.

Rischio di aumentare gli incidenti

La riforma è stata accolta a braccia aperte delle imprese del settore. "Aprire ai diciottenni sarebbe non solo una boccata d’ossigeno per l'autotrasporto, ma un'occasione per creare occupazione nel mondo giovanile", dice il presidente della Federazione autotrasportatori italiani, Paolo Uggè. Di diverso avviso l'Etsc, la lobby delle organizzazioni europee che si occupano di sicurezza stradale, secondo cui abbassando la soglia di età si rischia di aumentare gli incidenti. A supporto di questa tesi, l'Etsc cita i casi di Germania, Finlandia, Irlanda, Polonia e Spagna, dove i camion possono essere guidati già a partire dai 18 anni.

Una ricerca condotta dall'Associazione tedesca delle assicurazioni, per esempio, "mostra che i conducenti di mezzi pesanti di età compresa tra 18 e 20 anni hanno causato un numero molto più elevato di collisioni con lesioni personali" rispetto ad autisti più esperti, scrive l'Etsc. Il rischio di incidenti "diminuisce considerevolmente fino ai 24 anni e rimane stabile nelle fasce di età più anziane", aggiunge l'organizzazione europea. Dati simili sono stati riscontrati in Finlandia e Polonia. 

Patente a 16 anni

La riforma prevede anche un abbassamento delle soglie di età per ottenere la classica patente B. Secondo le norme proposte, i conducenti inesperti potranno sottoporsi a partire dai 16 anni a un periodo di prova di guida di almeno due anni (da noi noto come foglio rosa), durante il quale sarebbero previste alcune restrizioni, come sanzioni più severe per guida non sicura e limite di alcol fino a 0,2 g/l durante la guida. 

Licenze digitali

Tra le novità della riforma, c'è anche l'introduzione della patente di guida digitale, che potrà essere disponibile su un telefono cellulare e pienamente equivalente alla patente di guida fisica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Europa cerca autisti: alla guida del camion già a 17 anni

Today è in caricamento