Giovedì, 24 Giugno 2021
Network

Barriere di plexiglass vietate, scontri e pioggia: la riapertura di ristoranti e pub in Belgio finisce in protesta

Le paratie tra i tavoli avrebbero aumentato il numero di posti a sedere all'esterno dei locali, ma il governo è contrario. I titolari: "Gli accordi erano diversi, altri soldi gettati nella spazzatura". Mentre il meteo e i 'moti' di Bruxelles rovinano la ripartenza

Guests at a street restaurant in Brussels, Belgium, 08 Mai 2021. In the Horeca sector, restaurants and cafes can open and welcome their customers on the terrace from 8am to 10pm. EPA/JULIEN WARNAND

Erano state le protagoniste indiscusse della prima estate dell'era Covid. Ma adesso gli esperti non sono convinti della loro utilità, almeno in Belgio, dove il governo ha vietato l'uso delle paratie di plexiglass tra i tavolini di ristoranti, pub e bar, che questo weekend hanno riaperto i battenti dopo mesi di chiusura. Facendo infuriare i proprietari dei locali per almeno due ragioni: la prima è che con le paratie avrebbero potuto aumentare il numero di coperti. La seconda è che, stando ai rappresentanti delle associazioni dell'Horeca, il protocollo sottoscritto con il governo nei giorni precedenti la riapertura prevedeva l'uso del plexiglass. Un giallo che a Bruxelles hanno già ribattezzato "plexigate".

"Sono furioso, è uno scandalo vedere un protocollo pubblicato martedì e poi venire confutato dal governo federale venerdì, poco prima della riapertura", dice a Le Soir Fabian Hermans, amministratore della federazione Horeca di Bruxelles. "Inciampiamo, ci alziamo e ancora ci rompiamo le ginocchia", accusaThierry Neyens, presidente della federazione Horeca Wallonia. Secondo il protocollo in mano alle organizzazioni di settore, le paratie di plexiglass avrebbero consentito di ovviare all'obbligo di distanziare i tavoli (o meglio le sedie più vicine di due tavoli) di 1,5 metri. 

Per questa ragione, diversi proprietari di ristoranti e pub avevano già acquistato e installato le paratie, che per ora restano in magazzino: "Altri soldi gettati nella spazzatura", si lamenta uno di loro. Ad accrescere la rabbia degli imprenditori dell'horeca le condizioni meteo, con la pioggia che ha rovinato il weekend in quasi tutto il Paese. Una rabbia cavalcata da politici e sindaci, alcuni dei quali hanno annunciato che non faranno rispettare il divieto dell'uso del plexiglass. Il risultato è stato che in diverse parti di Bruxelles e del Belgio, le "terrazze", cosi' sono chiamati gli spazi con i tavolini all'aperto, erano riempite ben al di là dei limiti consentiti. 

Il governo, finora, ha respinto le accuse, mentre gli esperti scientifici sostengono la scelta di vietare le paratie. Ma le tensioni, come quelle sfociate in scontri tra alcuni clienti e la polizia in una delle piazze più note della vita notturna di Bruxelles, potrebbero spingere l'esecutivo a rivedere i protocolli. Oppure a restare fermo sulle sue posizioni: i feriti e i danni della folle notte della Capitale non sembrano il miglior invito a rilassare le misure. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barriere di plexiglass vietate, scontri e pioggia: la riapertura di ristoranti e pub in Belgio finisce in protesta

Today è in caricamento