rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Le indagini / Portogallo

Maddie McCann, chiuse le ricerche nel bacino idrico: il materiale sarà analizzato in Germania

Gli investigatori hanno setacciato per tre giorni le acque di una diga che si trova a 50 km dal luogo della scomparsa

Sono terminate le ricerche coordinate dalla polizia tedesca per cercare di trovare tracce di Madeline McCann nel bacino idrico di Arade nell'Algarve vicino a Silves, nel sud del Portogallo. Come riferisce la Bbc, gli agenti sono stati visti smontare le strutture che erano state allestite tre giorni fa nella zona per cercare indizi utili a chiudere il caso della bambina britannica scomparsa quando aveva tre anni mentre era in vacanza con i genitori e i fratelli gemelli in un resort a Praia de Luz il 3 maggio del 2007. 

Gli agenti della polizia tedesca e di quella portoghese hanno utilizzato zappe, rastrelli, decespugliatori e un piccolo escavatore per ripulire i sentieri su un pendio vicino. Il materiale raccolto dopo tre giorni di ricerche verrà analizzato in Germania.

Gli inquirenti hanno cercato tracce della piccola nei pressi di una piccola diga su indicazione dei pubblici ministeri tedeschi, in luogo isolato a circa 40 minuti di distanza in macchina dall'hotel in cui alloggiava la famiglia. Il bacino del fiume Arade si trova infatti a circa 50 km da dove la bambina è scomparsa.

Secondo le autorità, il principale sospettato del rapimento - il tedesco Christian Brueckner - aveva una tenda da campeggio vicino a quelle acque al tempo e ci andava così spesso da definirlo "il suo posto di paradiso". Il sospetto degli inquirenti è che possa aver portato lì la bimba. Le ricerche nelle acque della diga sono state svolte in maniera congiunta dalla polizia tedesca e da quella portoghese, anche con l'impiego di sommozzatori e di macchinari molto sofisticati. In particolare, secondo quanto trapelato, le forze di polizia hanno setacciato le acque del bacino alla ricerca del pigiama rosa indossato dalla bambina la sera del 3 maggio 2007. Al momento non è chiaro se sia stato trovato del materiale di particolare interesse per le indagini. 

L'uomo sospettato del rapimento

Christian Brueckner, un uomo tedesco di 47 anni, oggi si trova in carcere ed è sospettato anche di altri crimini. Secondo quanto emerso il 47enne frequentava la zona del Portogallo dal 1995 e si trovava a Praia da Luz la sera della scomparsa di Maddie, perché dal suo cellulare era partita una telefonata proprio nei pressi del resort in cui la famiglia risiedeva. Dei testimoni però lo hanno sentito parlare di quanto accaduto in quella occasione, come una ragazza che lavorava nel suo negozio e che gli aveva sentito dire: "Ha detto che Madeleine deve essere morta perché è passato troppo tempo da quando è scomparsa e che non la troveranno mai perché i bambini si possono uccidere". Nel 2017, da ubriaco, Brueckner avrebbe confidato a un suo amico di sapere tutto sul destino di Maddie. Secondo un'ipotesi investigativa l'uomo sarebbe entrato nella stanza d'albergo per un furto ma avrebbe deciso poi di portare via la bambina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maddie McCann, chiuse le ricerche nel bacino idrico: il materiale sarà analizzato in Germania

Today è in caricamento