rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Il caso / Spagna

Luis Rubiales, chiesto il processo per il bacio alla giocatrice

Il bacio dato in mondovisione alla calciatrice Jennifer Hermoso è stato giudicato "non consensuale" e perciò passibile di essere valutato come "aggressione sessuale". Rischiano di finire sul banco degli imputati anche l'ex ct della nazionale Jorge Vilda e altri due collaboratori

L'ex presidente della Federcalcio spagnola Luis Rubiales potrebbe presto finire sul banco degli imputati per il bacio dato in mondovisione alla giocatrice Jennifer Hermoso durante i festeggiamenti post finale dei Mondiali femminili, vinti dalla Spagna lo scorso 20 agosto a Sidney.

Al termine delle indagini preliminari, il magistrato che segue il caso ha infatti concluso che il bacio "non fu consensuale" e costituì "un'iniziativa unilaterale e intrapresa di sorpresa". Per questo il gesto di Rubiales potrà essere valutato come un possibile reato di aggressione sessuale. 

Il racconto del magistrato su quanto accaduto il 20 agosto, secondo quanto riporta El Mundo, indica che Rubiales "ha tenuto la testa del giocatore con entrambe le mani, all'altezza delle orecchie, e sorprendentemente e inaspettatamente ha dato un bacio sulle labbra del giocatore, che non si è accorto dell'intenzione dell'imputato di baciarla sulle labbra né ha dato il suo consenso". "Jennifer Hermoso, sconcertata e sorpresa dall'inaspettato bacio sulle labbra, non ha avuto il tempo di reagire".

Il magistrato aggiunge poi che "lo scopo erotico o meno, o lo stato di euforia e agitazione provato a seguito dello straordinario trionfo sportivo" sono dati le cui implicazioni giuridiche devono essere valutate nel processo.

Chiesto il processo anche per il ct Jorge Vilda e altri due collaboratori

Secondo un comunicato del tribunale dell'Audiencia Nacional, il magistrato Francisco de Jorge chiede che venga processato anche il ct della Nazionale femminile al momento dei fatti, Jorge Vilda, il direttore sportivo della Nazionale maschile Albert Luque e l'ex direttore dell'area marketing della Federcalcio Ruben Rivera.

I tre sono indagati per coercizione. Secondo l'accusa, infatti, avrebbero cercato di fare dichiarare a Hermoso che il bacio era stato consensuale. 

In un’intervista dello scorso novembre, rilasciata a seguito alle sue deposizioni in tribunale, la calciatrice aveva infatti affermato di aver ricevuto minacce da parte di altri collaboratori: "Ho dovuto subire le conseguenze di un atto che non ho provocato, che non ho scelto né premeditato. Ho ricevuto persino delle minacce, ed è una cosa a cui non ci si abitua mai. Sono state settimane molto difficili, e il fatto di raccontare più volte la stessa storia è stato doloroso", aveva dichiarato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luis Rubiales, chiesto il processo per il bacio alla giocatrice

Today è in caricamento