Internet gratis nei luoghi pubblici, al via il bando Ue

Partiti gli stanziamenti nell'ambito del programma WiFi4EU: i Comuni che vorranno installare punti di accesso gratuiti nelle piazze o nelle strade principali potranno ottenere fino a 15mila euro

EPA/FELIPE TRUEBA

Parte la nuova iniziativa WiFi4EU della Commissione europea per il finanziamento di punti di accesso gratuiti a Internet senza fili in alcuni spazi pubblici (come biblioteche, musei, parchi e piazze) che saranno scelti dalle municipalità interessate. La Commissione europea ha inaugurato oggi il portale WiFi4EU, con l'invito ai comuni di tutta Europa a registrare i loro dati sin da ora, in vista del primo invito a presentare progetti che sarà pubblicato a metà maggio, per avere così la possibilità di beneficiare del finanziamento.

Cosa prevede

Il programma WiFi4EU offirà a ogni municipalità che parteciperà all'iniziativa dei buoni per un valore di 15.000 euro per installare i punti di accesso WiFi gratuiti, mentre i costi di manutenzione della rete saranno a carico degli stessi comuni. La dotazione complessiva del programma è di 120 milioni di euro dal bilancio comunitario fino al 2020, che saranno destinati a finanziare le apparecchiature necessarie ai servizi WiFi gratuiti pubblici in 8.000 comuni in tutti gli Stati membri dell'Ue, più Norvegia e Islanda.

Le fasi

L'iniziativa si svolgerà in diverse fasi: una prima fase di registrazione da parte dei comuni, da oggi al 20 marzo 2018, nel portale www.WiFi4EU.eu. La seconda fase sarà quella della presentazione delle domande. A metà maggio vi sarà la pubblicazione del primo invito e i comuni registrati potranno presentare la domanda per un primo lotto di 1.000 buoni WiFi4EU (di 15.000 euro ciascuno). I buoni saranno distribuiti secondo il principio "primo arrivato, primo servito". Si arriverà quindi alla fase di assegnazione: garantendo l'equilibrio geografico, la Commissione annuncerà i 1.000 comuni che beneficeranno di finanziamenti a seguito del primo invito. Ciascun paese partecipante riceverà almeno 15 buoni. Nei prossimi due anni, saranno pubblicati altri quattro inviti WiFi4EU.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Reti gratuite

Le reti finanziate mediante WiFi4EU saranno gratuite, senza pubblicità e senza raccolta di dati personali. Il finanziamento riguarderà solo reti che non duplichino offerte esistenti gratuite, pubbliche o private, di qualità analoga nello stesso spazio pubblico. L'iniziativa rientra nell'ambito della costruzione del mercato unico digitale, che è una delle priorità dell'Esecutivo Ue. era stata annunciata dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nel suo discorso sullo stato dell'Unione del settembre 2016, quando aveva posto l'obiettivo di dotare entro il 2020 ogni paese e città europei di un accesso gratuito a Internet senza fili nei principali punti di aggregazione pubblica sul territorio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento