Venerdì, 22 Ottobre 2021
Lavoro

Vaccino obbligatorio per piloti e assistenti di volo, l'annuncio di Swiss: "Così evitiamo discriminazioni"

La decisione della compagnia aerea svizzera: è la prima al mondo ad adottare una misura del genere

La compagnia aerea Swiss renderà obbligatoria la vaccinazione contro il Covid-19 per tutto il suo personale di volo a partire dal 15 novembre. Lo ha annunciato la stessa società in un comunicato, spiegando che la scelta è maturata per "motivi operativi e nell'ambito del suo dovere di diligenza nei confronti dei suoi dipendenti".

L'azione, si legge nelle nota, "è stata intrapresa in risposta alle restrizioni nazionali all'ingresso in tutto il mondo, che stanno vedendo una crescente insistenza sulla prova di tale vaccinazione anche per gli equipaggi di volo. Hong Kong è diventata di recente la prima destinazione Swiss a richiedere – con effetto immediato – la prova della vaccinazione contro il Covid-19 per gli equipaggi in arrivo da alcuni Paesi, Svizzera inclusa". 

Secondo Swiss, soluzioni alternative, come utilizzare il personale vaccinato per le rotte come Hong Kong, lasciando ai non vaccinati le destinazioni dove non vi sono obblighi per piloti e assistenti di volo, non sarebbero praticabili e comporterebbero delle discriminazioni: "Una gestione organizzativa separata dei membri dell'equipaggio vaccinati e non vaccinati e la conseguente maggiore complessità dei turni coinvolti renderebbero impossibile garantire operazioni di volo continue, robuste e affidabili a lungo termine - spiega la compagnia svizzera, che è controllata dalla tedesca Lufthansa -. Alcune destinazioni e regioni non potrebbero più essere servite e questo a sua volta ridurrebbe seriamente l'efficacia del nostro hub. La gestione separata delle due categorie di equipaggi comporterebbe anche la loro disparità di trattamento in termini di turni", si legge sempre nel comunicato.

"Dobbiamo avviare questa azione ora se vogliamo continuare a mantenere la nostra rete di rotte globali e adempiere ai nostri obblighi di assistenza nei confronti dei nostri dipendenti", dice Dieter Vranckx, ad di Swiss. Secondo la compagnia svizzera, le clausole dei contratti collettivi di lavoro per l'equipaggio di cabina prevedono la possibilità per l'azienda di imporre tale misura. A ogni modo, aggiunge Swiss, "sono in corso discussioni con le parti sociali. L'obiettivo è trovare soluzioni per i dipendenti che non desiderano essere vaccinati", conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino obbligatorio per piloti e assistenti di volo, l'annuncio di Swiss: "Così evitiamo discriminazioni"

Today è in caricamento