Vacanze, due italiani su cinque non possono permettersele

Secondo l'Eurostat, il 43,7% dei nostri connazionali non ha le risorse sufficienti per pagarsi un soggiorno di una settimana lontano da casa. Peggio di noi solo rumeni, croati, greci e ciprioti

Concedersi un soggiorno estivo di una settimana lontano da casa, al mare come in montagna? Una chimera per due italiani su cinque, quasi la metà. E' quanto emerge da un'indagine dell'Eurostat relativa al 2018. 

Secondo le stime dell'istituto di statistica europeo, ben il 43,7% dei nostri connazionali sopra i 16 anni non hanno potuto permettersi una vacanza di 7 giorni fuori casa durante l'estate. La media nell'Ue è del 28,3%. Peggio di noi solo romeni (58,9%), croati (51,3%), greci (51%) e ciprioti (51%).

Inability to afford one week holiday-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le percentuali più basse sono state registrate in Lussemburgo (10,9%, dati del 2017) e in Svezia (9,7%). In Germania, il 14,5% della popolazione non si è potuto permettere un soggiorno, in Francia il 22,6%. Dal 2013, il numero di persone che non possono permettersi una settimana di vacanza lontano da casa è diminuito in modo significativo in diversi Paesi membri dell'Ue, con i cali più marcati registrati in Bulgaria (meno 35,8 punti percentuali dal 2013 fino al 30,5% nel 2018) e in Polonia (meno 26 punti percentuali dal 2013 al 34,6% nel 2018), ha fatto sapere Eurostat.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento