menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Ansa EPA/JIM LO SCALZO

foto Ansa EPA/JIM LO SCALZO

Trump ricomincia coi dazi: tariffe del 25% sulle auto Ue

Il presidente statunitense in un comizio in West Virginia sembra fare dietrofront rispetto alla tregua annunciata dopo la visita di Juncker

Si ricomincia. Dopo una tregua durata solo un mese Donald Trump torna a parlare di dazi contro l'Unione europea. "Stiamo andando a mettere una tassa del 25% su ogni auto che arriva negli Stati Uniti dall'Ue", ha detto il presidente statunitense in un comizio in West Virginia.

Trump stava parlando ad una manifestazione in supporto al repubblicano Patrick Morrisey, che nel prossimo autunno correrà alle elezioni di mid-term del Senato per provare a strappare il seggio attualmente nelle mani dei democratici. Si potrebbe quindi anche trattare di una semplice sortita propagandistica, anche perché martedì scorso, il segretario al Commercio Wilbour Ross ha riferito, in un intervista a Wall Street Journal, che l'amministrazione Trump difficilmente avrebbe imposto delle tasse sulle automobili nell'immediato futuro perché le raccomandazioni e uno studio del Dipartimento del Commercio non sono ancora pronti.

Riferendosi apparentemente al summit dello scorso mese con il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, in cui Usa e Ue avevano stabilito una tregua, Trump ha infatti affermato di aver detto al lussemburghese che la disputa commerciale tra Ue e Usa "è tutta sulle auto", e che quindi lo stop ai dazi riguarda solo altri settori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento