Tajani attacca il M5s: "Vedano i cantieri della Tav prima di pontificare dai luoghi di vacanza"

Il presidente del Parlamento europeo, dopo la visita ai cantieri dell'alta velocità Torino-Lione, se la prende con il Movimento anche per le posizioni sull'Ilva di Taranto: "Non va chiusa"

E' scontro aperto tra il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, e il Movimento 5 stelle. Ogetto del contendere sono le posizioni dei ministri M5s su Tav e Ilva. 

La Tav

"Gli esponenti del Movimento 5 stelle vadano a vedere i cantieri della Tav invece di pontificare dai luoghi di vacanza", ha detto Tajani intervenendo a Skytg24. "Ci sono chilometri e chilometri di Tav già realizzati - ha sottolineato il presidente dell'Eurocamera -. Io i cantieri li ho visti. Il ministro Toninelli non ha mai avuto la bontà di andare a visitarli e ho sentito signori che stanno in vacanza in Messico, sdraiati su un'amaca, dire che bisogna fermare la Tav. Vengano nei cantieri, tra gli operai". Un chiaro riferimento ad Alessandro Di Battista. 

Ilva

Critiche anche sull'Ilva di Taranto. "La chiusura sarebbe un errore clamoroso", ha detto Tajani, che ha aggiunto: "Noi di Forza Italia ci batteremo perché il centro siderurgico più importante d'Europa non venga chiuso, cosa che avrebbe ripercussioni su tutto l'acciaio che viene prodotto, anche in Italia centrale e penso a Terni e alla Toscana". 

La replica di Toninelli

Il primo a rispondere a Tajani è stato il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli: "Mi sporco le mani da quando sono nato. Uso con i soldi pubblici del Mit la stessa attenzione che usavano i miei genitori per gestire le poche risorse familiari. Antonio Tajani e tutti gli altri che blaterano su Tav, si mettano l'anima in pace. La mangiatoia e' finita!", ha scritto su Twitter. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Dopo il confinamento la Francia vede la fine del tunnel. In Spagna a gennaio partono le vaccinazioni

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

Torna su
EuropaToday è in caricamento