Domenica, 17 Ottobre 2021
Lavoro

Freelance in smart working? Tasse al 22% se ti trasferisci in Grecia

La mossa per attirare 'migranti digitali' e far tornare in patria i 'cervelli in fuga'. Il parlamento voterà una riduzione dell'attuale aliquota di circa il 55 per cento

La pandemia ha cambiato la nostra vita in tanti modi, uno di questi è stato il passaggio allo smart working, almeno per alcune categorie di lavoratori. E quando si lavora da casa l'unica cosa che serve è una connessione internet con cui andare in rete e fare riunioni virtuali con i propri colleghi. E a quel punto il luogo del mondo in cui ci si trova fisicamente diventa per molti relativo.

L'idea

Perché non trasferirsi allora in un Paese caldo, con il mare, il sole, è un costo della vita basso? Puntando su questa considerazione la Grecia sta tentando di attirare professionisti, sprattutto del mondo digitale, e per farlo è disposta a mettere sul piatto un'offerta davvero allettante: un tagio delle tasse addirittura del 55%, il che vorrebbe dire imposte sui guadagni di solo il 22%. "La tecnologia ci permette di scegliere dove viviamo e lavoriamo", ha detto ai giornalisti Alex Patelis, consigliere economico del primo ministro Kyriakos Mitsotaksi, in occasione della presentazione del piano a novembre. "Oltre al sole, il Paese può ora offrire anche incentivi fiscali". Come ricorda la Deutsche Welle l'attuale aliquota fiscale per i liberi professionisti in Grecia è del 44% per guadagni annuali superiori a 40mila euro. Secondo il regime proposto, il tasso scenderà al 22% per sette anni.

Cervelli in fuga

Con questa proposta, che andrà al parlamento greco entro la fine dell'anno, il governo di centrodestra guidato da Kyriakos M?tsotak?s spera che la mossa attiri i 'migranti digitali', professionisti ce potrebbero trasferirsi in Grecia pur continuando a lavorare a distanza per un'azienda o clienti in altre nazioni. L'offerta sarebbe disponibile per qualsiasi persona che trasferisca la propria residenza in Grecia nel 2021, anche gli stessi greci che vivono all'estero, e che così potrebbero essere tentati di riportare le proprie competenze in patria. Negli ultimi dieci anni, a causa della crisi, sono circa 800mila i greci che hanno lasciato il Paese in cerca di migliore fortuna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freelance in smart working? Tasse al 22% se ti trasferisci in Grecia

Today è in caricamento