Lunedì, 20 Settembre 2021
Lavoro

Scarpe con suola rossa? “Non è esclusiva di Louboutin”

L'avvocato generale del Tribunale Ue dà ragione all'olandese Van Haren, che vuole commerciare le proprie calzature con lo stesso colore

Lo stilista Christian Louboutin / EPA

Sono tra le scarpe più ricercate dalle donne. Amate anche e soprattutto per quel tacco alto da cui si intravede la caratteristica suola rossa. Ma proprio questo elemento, considerato per molti un marchio di fabbrica, non puo' essere utilizzato in esclusiva dalla griffe francese Louboutin. E' questo il parere dell'avvocato generale del Tribunale dell'Unione europea. 

La causa

Un parere sta già dividendo il mondo della moda e che potrebbe orientare il giudizio del Tribunale, che è chiamato a pronunciarsi sul caso delll'impresa olandese Van Haren che rivendica il diritto a costruire scarpe con la suola rossa, proprio come quelle disegnate dal francese Christian Louboutin

Lo stilista ha registrato il marchio nel 2010 nella categoria "scarpe" per poi cambiarlo nel 2013 con "scarpe dal tacco alto". La Van Haren aveva messo in vendita scarpe con tacco alto per le donne con suole ricoperte di rosso, e per questo Louboutin l'ha denunciata ai tribunali olandesi. Il Tribunale di primo grado dell'Aia ha deciso di sottoporre alla Corte di giustizia Ue la decisione preliminare per l'interpretazione della legislazione europea in materia: in linea generale si ritiene che la registrazione di un marchio costituito da una forma tridimensionale o da un colore possa essere respinta. Tuttavia, l'avvocato sostiene che spetta al tribunale olandese pronunciarsi su tale caso specifico e, in questa vicenda, decidere "se il colore rosso della suola dà un valore sostanziale al prodotto". 

Il parere dell'avvocato generale

"Ciò che conta davvero nella percezione del pubblico non è la distinzione tra forma, colore o segni di posizione, ma l'identificazione dell'origine del prodotto sulla base dell'impressione globale di un segno", aggiunge la nota della Corte di Lussemburgo. L'avvocato sottolinea che la sua analisi si riferisce "esclusivamente al valore intrinseco della forma e non dovrebbe tener conto dell'attrattiva del prodotto a causa della reputazione del marchio o del suo proprietario".

Quando il tacco rosso era roba da uomini

Ora, si attende la sentenza della Corte. Che magari potrà ricordare ai contendenti che il tacco alto e rosso era già di moda nel diciassettesimo secolo, non tra le donne ma tra gli uomini. Per gli aristocratici europei era un simbolo di virilità e potenza militare. Durante il regno di Luigi XIV, più alti e rossi i tacchi, più potente era colui che li indossava.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpe con suola rossa? “Non è esclusiva di Louboutin”

Today è in caricamento