rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Lavoro

Beghin capo delegazione M5s a Strasburgo: in Europa la priorità è il salario minimo

L'eurodeputata fresca di rielezione detta la linea del Movimento per la prossima legislatura comunitaria

"Ci aspettano cinque anni di grandi sfide: durante la prossima legislatura, che inizia ufficialmente il prossimo 2 luglio, approveremo il bilancio pluriennale dell'Ue e rinegozieremo i regolamenti e le direttive che hanno imposto l'austerity. Sarà una grande occasione di cambiamento e di riscatto per milioni di cittadini. Noi ci saremo. I 14 europarlamentari del M5S difenderanno gli interessi dell'Italia e degli italiani". Così sul 'Blog delle Stelle' Tiziana Beghin, capodelegazione del M5S al Parlamento europeo.

"La nostra prima battaglia sarà sicuramente quella per trasformare l'Europa nel Continente dei diritti e delle opportunità per tutti. Ecco perché proporremo una direttiva quadro per i salari dignitosi che fissi minimi salariali a livello nazionale. Serve un salario minimo europeo che tuteli i cittadini e difenda le imprese italiane a competere in maniera equa nel mercato europeo. Salari più bassi, soprattutto nei Paesi del'Est, possono creare la tentazione per alcune multinazionali di delocalizzare la propria attività trasferendola dove il lavoro costa meno. Questo è successo troppe volte in passato e non deve accadere più", conclude Beghin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beghin capo delegazione M5s a Strasburgo: in Europa la priorità è il salario minimo

Today è in caricamento