rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Il piano

Effetto Brexit, Ryanair vuole lasciare la borsa di Londra

Le regole comunitarie impongono che la maggioranza delle azioni delle compagnie europee siano in mano a cittadini degli Stati membri

Ryanair vuole lasciare la Borsa di Londra per effetto di una "consistente riduzione degli scambi" nel corso dell'anno ed in coerenza con una "tendenza generale delle contrattazioni sulle azioni di società dell'Ue dopo la Brexit".

L'amministratore delegato dell'azienda, Michael O'Leary, ha aggiunto che il problema è "potenzialmente più acuto" per Ryanair, dato che le regole dell'Unione europea insistono che le compagnie aeree siano possedute e controllate in maggioranza da cittadini all'interno del blocco. Ryanair, che ha una quotazione primaria a Dublino, ha costretto alcuni investitori del Regno Unito a vendere le proprie azioni della società per evitare di violare le regole di proprietà settembre. La notizia è arrivata quando la compagnia aerea è tornata a fare profitti per la prima volta dall'estate del 2019, mostrando una rapida capacità di ripresa del vettore low cost dalla crisi che ha attanagliato il settore dei viaggi.

La compagnia aerea ha registrato un utile netto di 225 milioni di euro nei tre mesi fino alla fine di settembre, il suo primo profitto dall'ultimo trimestre del 2019 nei mesi prima che l'interruzione del coronavirus abbia colpito l'aviazione. O'Leary ha avvertito di un inverno difficile è in arrivo e Ryanair ha previsto una perdita per l'intero anno compresa tra 100 e 200 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto Brexit, Ryanair vuole lasciare la borsa di Londra

Today è in caricamento