"Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

Secondo un sondaggio, la misura, cavallo di battaglia della sinistra, conquista anche la destra

Il reddito di cittadinanza conquista anche il Belgio. Sebbene se ne parli da due anni, il dibattitto sull'introduzione di un assegno mensile per aiutare le fasce più povere della popolazione è tornato in auge, dividendo il mondo politico belga trasversalmente, da sinistra a destra. Ma tra i cittadini, almeno stando a un sondaggio, la maggioranza è a favore dell'avvio di una misura sul modello di quanto fatto in Italia.

Va detto anche che in Belgio sono già presenti diverse misure di assistenza sociale, alcune delle quali verrebbero sostituite dal reddito di cittadinanza, almeno secondo quanto sostengono i promotori della sua introduzione. Fatto sta che il 59% dei belgi, secondo un sondaggio dell'European social survey, è a favore.

Politicamente, l'idea seduce più a sinistra (77%) che a destra (51%), ma in entrambi i fronti conquista la maggioranza. Lo stesso accade nelle singole regioni: a Bruxelles si dicono d'accordo all'introduzione ben il 77% degli intervistati, in Vallonia il 64% e nelle Fiandre (la regione più ricca e più restia ad aumentare la spesa sociale) il 53%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento