"Senza Mes, disordini sociali in Italia": l'analisi impietosa della banca tedesca

Le indiscrezioni stampa dei giorni scorsi trovano conferma: Commerzbank invita indirettamente gli investitori a liberarsi dei titoli italiani per via dei contraccolpi che la crisi del coronavirus avrà sulla nostra economia. Il 17% del suo capitale è detenuto dal governo di Berlino

Se l'Italia non richiederà l'attivazione del Mes, si ritroverà dopo l'estate con le casse vuote e disordini sociali. Mentre i buoni del Tesoro perderanno valore. E' questo il quadro che sembra dipingere il rapporto della Commerzbank, la seconda banca di Germania, le cui azioni sono detenute per il 17% dallo Stato tedesco. Un rapporto le cui anticipazioni avevano già sollevato un vespaio di polemiche in Italia. Perché il corollario del ragionamento dei tecnici tedeschi è che i Btp tricolore potrebbero diventare 'spazzatura' e, chi li possiede, farebbe bene a liberarsene. 

Una "scorrettezza" secondo la definizione meno caustica circolata tra le forze politiche italiane. Già, perché Commerzbank non è certo una banca qualunque, visti i legami stretti con il governo tedesco, e la Germania è quella che detiene la fetta più grande dei 700 miliardi di euro di Btp italiani in mano a stranieri (di cui 9,3 miliardi in mano proprio alla Commerzbank). Ai più critici con Berlino, il rapporto è sembrato un'arma di ricatto per portare verso più miti consigli il nostro governo, che continua a opporsi all'attivazione del Mes e che, al contrario, chiede la creazione degli eurobond invisi ai falchi tedeschi. 

Dell'ipotesi sugli eurobond non sembra esservi traccia nel rapporto pubblicato il 4 aprile. Secondo Commerzbank, scrive l'Agi, "l'azione della Bce con il suo programma di acquisto titoli (Pandemic Emergency Purchase Programme, Pepp) non è sufficiente a tenere sotto controllo lo spread italiano e dei paesi Periferici dell'Eurozona". Dopo due giorni di acquisti iniziati giovedi' scorso, la Bce ha speso 15,6 miliardi di euro. Continuando cosi' i 750 miliardi di euro messi in campo dall'Eurotower dureranno solo per l'estate con lo spread che in Italia continua ad allargarsi. Con il rating sul debito e i rischi socio-politici destinati a diventare sempre più pressanti, gli investitori si chiedono se l'Italia puo' farcela da sola. Anche se gli acquisti della Bce riuscissero a coprire il nuovo debito emesso durante la crisi, non basterebbero a sostituire quello già esistente. 

Commerzbank ricorda come abbia già chiuso le posizioni lunghe sui Btp in vista di un'eventuale declassamento dell'Italia da parte delle agenzie di rating e spiega come potrebbe aggiornare ancora il rischio sull'Italia dopo le decisioni nel lungo termine dell'Ue. Secondo Commerzabank infatti il rapporto debito/Pil nel 2020 dovrebbe balzare al 150% per poi scendere al 145% nel 2021. Questo tuttavia potrebbe non bastare per evitare un declassamento da parte delle agenzie di rating, spiega Commerzbank con perdita dell'investment grade quasi inevitabile.

Inoltre, l'Italia difficilmente "potrà fare appello alla benevolenza", alla luce del peggioramento fiscale degli ultimi anni, fattore chiave che ha dato luogo al declassamento dell'Italia nel 2018. In altre parole, per Commerzbank sarà difficile che Germania e Olanda cedano alle richieste del nostro governo su misure come i coronabond, meno rischiosi per noi anche da un punto di vista politico. L'unica strada che la banca tedesca vede praticabile è quella che porta al Mes. Ma anche qualora l'Italia la imboccasse, il rischio è di mettere a repentaglio la stabilità politica, "vista la impopolarità dell'idea di richiedere strumenti di aiuto europei anche con una condizionalità leggera", scrive l'Agi.


SABATO 04 APRILE 2020 09.09.48

==Coronavirus: Centeno, Piano Marshall o milioni disoccupati

==Coronavirus: Centeno, Piano Marshall o milioni disoccupati Lavoriamo sui Coronabond. Mes, condizioni legate solo al virus (ANSA) - ROMA, 4 APR - "I numeri sono del tutto sconvolgenti, stiamo vivendo la peggior recessione da 70 anni. Negli Stati Uniti in 15 giorni sono stati chiesti 10 milioni di sussidi alla disoccupazione: senza un piano di ripresa coraggioso non possiamo escludere dati simili anche da noi". Per il presidente dell'Eurogruppo Mario Centeno, intervistato da Repubblica e da altri quotidiani europei, "dobbiamo essere noi stessi il nostro Piano Marshall". All'Eurogruppo "proporremo un pacchetto di difesa della zona euro con tre misure: protezione dei debiti sovrani, sostegno alle imprese e ai lavoratori", dice l'ex ministro portoghese delle Finanze. "Si tratta delle linee di credito del Mes aperte a tutti fino a 240 miliardi, la proposta che permetterà alla Bei di raccogliere fino a 200 miliardi e i 100 miliardi della Commissione per gli ammortizzatori sociali. Una rete di salvataggio da oltre 500 miliardi che si somma alle misure già prese dai governi e agli 870 miliardi della Bce". Su questo pacchetto "vedo formarsi un largo sostegno". Sul Mes, "il Fondo è pronto a sganciare le sue linee di credito dalla logica della crisi dei debiti sovrani. Non avrebbe senso abbinare il sostegno alla crisi da pandemia a un programma di privatizzazioni o a una riforma del mercato del lavoro. Le condizioni devono essere legate al virus - spiega Centeno - e nel lungo periodo i Paesi beneficiari, come gli altri, dovranno tornare in una situazione di sostenibilità dei conti. Disegnato così, chi si rivolgerà al Mes eviterà lo stigma dei mercati". Quanto ai Coronabond, "non dobbiamo essere diffidenti senza una discussione adeguata. Voglio una discussione aperta e all'altezza", dichiara Centeno. "C'è sostegno al nuovo pacchetto di misure immediate e dobbiamo proseguire su questa strada con la mente aperta: dopo la crisi servirà denaro fresco per finanziare un piano di ripresa". In merito alla proposta francese di un Fondo speciale per la ripartenza, "prevede un Fondo temporaneo complementare al bilancio Ue che grazie alle garanzie dei governi emetterebbe dei titoli. Non si tratta di eurobond, è una via di mezzo: è esattamente il terreno dove c'è margine di manovra", conclude Centeno. (ANSA). Y89-LEM 04-APR-20 09:09 NNN

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • Il 2020 è anche l'anno dell'elezione di Adolf Hitler (in Namibia)

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

Torna su
EuropaToday è in caricamento