Italiani sempre più migranti. In Ue ci battono solo romeni e polacchi

Lo rileva la fondazione Ismu sulla base dei dati Eurostat. I nostri connazionali tra quelli che si spostano di più all'interno dell'Unione. Germania resta prima meta. Ma è boom anche in Portogallo

Sempre più italiani emigrano all'estero, soprattutto in un altro Paese dell'Unione europea. E in quanto a movimenti 'intra-Ue' siamo dietro solo a romeni e polacchi per numeri assoluti. Lo rileva la fondazione Ismu (Iniziative e studi sulla multietnicità) sulla base dei dati Eurostat.

Tra il 2016 e il 2018, i nostri concittadini che hanno scelto di vivere in altro Paese europeo sono cresciuti del 14,3%, passando da 1 milione e 435mila a 1 milione e 640mila residenti in Ue. Come dicevamo, siamo il terzo gruppo di cittadini europei che vive in un altro Stato membro, dopo i rumeni e i polacchi.

La principale destinazione è la Germania, che accoglieva a inizio 2018 oltre mezzo milione di italiani (578mila), più di un terzo di tutti gli italiani in Europa. Il Regno Unito, che in termini assoluti è stato scelto da oltre 300mila italiani, registra in termini relativi un incremento significativo nell'ultimo anno (+26%). Il terzo Paese europeo per numero di italiani residenti è la Spagna (221mila). Al quarto posto la Francia con oltre 200mila italiani, che però rispetto al 2017 'perde' 2.137 italiani residenti.

È in Portogallo che si registra il più alto incremento di italiani, più che raddoppiati in due anni, che da 6mila sono diventati 13mila. Se si considerano anche i Paesi Efta (European Free Trade Association - associazione europea di libero scambio), la Svizzera si conferma una 'storica' meta italiana: nella Confederazione elvetica da tre anni mediamente sono oltre 300mila i concittadini residenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • Altro che furbetti del reddito di cittadinanza, Parigi perde 14 miliardi l'anno per frodi al welfare

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • Non basta la seconda ondata, Francia alle prese anche con la 'sindrome da post-Covid'

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento