Educatori e insegnanti di sostegno: Italia ultima in Europa

Lo rivela l'Eurostat: la quota di lavoratori per l'infanzia nel nostro Paese è dello 0,2% sul totale degli occupati. La media Ue è dell'1%, con picchi in Danimarca (3,2%) e Francia (2,3%)

L'Italia è il Paese Ue con la più bassa quota di educatori per l'infanzia e insegnanti di sostegno. E' quanto emerge da un'analisi dell'Eurostat

"L'infanzia - scrive l'istituto europeo di statistica - è la fase in cui l'istruzione può influenzare più efficacemente lo sviluppo dei bambini. Gli assistenti per l'infanzia e gli insegnanti di sostegno sono professioni chiave nello sviluppo dei bambini poiché forniscono assistenza e supervisione nelle scuole, nelle case residenziali e nelle strutture per l'infanzia". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 2019, nei 27 Paesi dell'Ue, c'erano quasi 2 milioni di lavoratori impiegati con queste mansioni, l'1% del totale dei lavoratori europei. Tra gli Stati membri, la quota più alta spetta alla Danimarca con  il 3,2%, seguita da Francia (2,4%), Svezia (2,3 %), Portogallo e Finlandia (entrambi 2,2%) nonché Irlanda e Malta (entrambi al 2,1%).
 
Al contrario, 16 dei 27 Stati membri hanno registrato una quota al di sotto della media Ue. La quota più bassa è stata dello 0,2%, registrata in Italia, seguita da vicino da Romania (0,3%), Germania e Grecia (entrambe 0,4%), Cechia e Polonia (entrambe 0,5%).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • I profitti sono cresciuti del 35%, ma Amazon paga solo il 3% di tasse in più

  • Sempre più Tory contro la violazione dei patti sulla Brexit, Cameron quinto ex premier a dire no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento