Mercoledì, 28 Luglio 2021
Lavoro

Finlandese per 90 giorni (e quasi tutto pagato): così Helsinki attira i cervelli dell'hi-tech

Il programma messo a punto dall'agenzia per lo sviluppo della Capitale intende favorire il trasferimento di lavoratori del settore tecnologico. Al primo bando hanno risposto oltre 5mila persone,

La premier finlandese Sanna arin

Trasferirsi 90 giorni in Finlandia, ricevendo tutti i servizi necessari per ambientarsi, conoscere la cultura locale, un alloggio, uno spazio per lavorare e, tra le altre cose, anche asilo o scuola per i propri figli. E' il programma messo a punto da Helsinki Business Hub, l'agenzia per lo sviluppo della Capitale finlandese per attrarre i cervelli dell'hi-tech di tutto il mondo, in particolare dagli Usa. I posti in palio sono 15, ma l'iniziativa ha riscosso grande successo, tanto da ricevere oltre 5.300 richieste, secondo quanto scrive il Guardian.

"Non siamo in cima ai luoghi ideali in cui trasferirsi, ma sappiamo che una volta che le persone arrivano, tendono a rimanere", ha detto Johanna Huurre, di Helsinki Business Hub. "C'è una grande concorrenza a livello globale per i talenti, quindi abbiamo dovuto pensare in modo creativo". Il programma si chiama 90-Days Finn, "finlandese per 90 giorni", ed è rivolto ai lavoratori del settore tecnologico. I candidati prescelti riceveranno tutta la documentazione ufficiale necessaria, un alloggio adeguato, una scuola o un asilo nido per i loro figli, strutture per il lavoro a distanza, e anche il sostegno burocratico necessario qualora si decidesse di restare nel Paese.

La Finlandia, "che ha portato nel mondo Nokia, SMS, 5G e Linux - scrive il Guardian - ha una scena di start-up da 6 miliardi di euro in forte espansione con un tasso pro capite di nuove imprese digitali che è il più alto al mondo. Anche multinazionali tecnologiche come Google, Bayer e GE Healthcare hanno recentemente aperto campus nel Paese". Il 30% dei candidati che hanno presentato domanda sono cittadini degli Stati Uniti e del Canada, ma ci sono anche lavoratori britannici. Molti hanno dichiarato di volersi trasferire con partner e figli, e di voler lavorare a distanza per i loro attuali datori di lavoro. Ma quasi un quinto dei candidati sono imprenditori che intendo lanciare start-up.

"È stata una grande campagna per mostrare la Finlandia", ha affermato Joonas Halla, di Business Finland. "Ciò che è buono è l'approccio pratico. Il settore tecnologico qui è davvero fiorente: secondo una stima dovrebbe creare 50.000 nuovi posti di lavoro nel 2021. Abbiamo bisogno del talento", ha aggiunto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finlandese per 90 giorni (e quasi tutto pagato): così Helsinki attira i cervelli dell'hi-tech

Today è in caricamento