Export, l'Italia cresce più di Germania e Francia

Gli ultimi dati Eurostat mostrano un surplus commerciale per il nostro paese di 42,2 miliardi. E' il secondo più alto tra gli Stati membri. E le esportazioni fuori dall'Ue superano quelle francesi

© European Union , 2012 / Source: EC - Audiovisual Service / Photo: Robin Utrecht

Certo, la Germania è lontana anni luce. Ma anche se di poco, nell'ultimo anno siamo riusciti Certo, la Germania è lontana anni luce. Ma anche se di poco, nell'ultimo anno siamo riusciti a ridurre il gap.  Già, perché lo scorso anno l'export dell'Italia è cresciuto dell'8%, un punto di più di quello fatto registrare dalle imprese tedesche. E in quanto a commercio fuori dall'Ue, abbiamo superato anche una ex potenza coloniale come la Francia. E' quanto emerge dagli ultimi dati Eurostat sul commercio internazionale.

Il surplus dell'Italia

Tra il gennaio e il novembre 2017, l'Italia ha fatto registrare un saldo positivo tra esportazioni e importazioni di beni pari a 42,2 miliardi, in leggera flessione rispetto allo stesso periodo del 2016. Una flessione dovuta al fatto che le importazioni sono cresciute più delle esportazioni. Ma la crescita dell'export non va sottovalutata: l'8% in più rispetto al 2016 rappresenta un dato migliore di quanto fatto da un campione della politica commerciale come la Germania (7%) e dalla Francia (5%).

A trainare la crescita dell'export soprattutto i rapporti con i paesi extra Ue (+9%), per un valore complessivo di 180,8 miliardi di euro di beni venduti fuori dai confini dell'Unione: un dato che ci colloca davanti la Francia e dietro solo la Germania. Certo, il volume dell'export tedesco è inarrivabile: da sole, le imprese teutoniche superano (e non di poco) i valumi complessivi di esportazioni di Italia e Francia, 1.181 miliardi contro i 411,3 delle imprese italiane e i 432,8 di quelle francesi. Il surplus commerciale tedesco, poi, è di 230,9 miliardi, mentre il secondo paese Ue per saldo positivo, ossia l'Italia, insegue con un distacco di quasi 190 miliardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cresce l'export Ue

Allargando lo sguardo all'Eurozona, i paesi della moneta unica hanno fatto segnare nel complesso un avanzo di 26,3 miliardi di euro a novembre, contro i 23,8 miliardi registrati nello stesso mese del 2016. Le esportazioni di beni sono state pari a 197,5 miliardi, in aumento del 7,7% rispetto ai 183,5 miliardi di novembre 2016, mentre le importazioni dal resto del mondo hanno raggiunto i 171,2 miliardi di euro, salendo del 7,3%. Il commercio interno all'eurozona a novembre è salito a 165,5 miliardi, in aumento del 6,9%. Sempre secondo le stime di Eurostat, il surplus commerciale nell'Ue a 28 è stato di 8 miliardi, contro i 5,5 miliardi di novembre 2016.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • I profitti sono cresciuti del 35%, ma Amazon paga solo il 3% di tasse in più

  • Sempre più Tory contro la violazione dei patti sulla Brexit, Cameron quinto ex premier a dire no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento