Bici elettriche, l'Ue chiude la porta alla Cina

La Commissione europea va verso dazi antidumping definitivi sulle importazioni di e-bike cinesi. Secondo l'Ebma, senza barriere sarebbe a rischio l'intero settore  

L'Ue chiude la porta alle bici elettriche cinesi. La Commissione europea ha annunciato l'avvio di dazi antidumping per frenare l'import di e-bike dalla Cina. Una misura che si aggiungerebbe a quella già avviata contro i sussidi. 

I dazi sarebbero l'esito dell'indagine avviata pochi mesi fa da Bruxelles sulla spinta delle richieste dei produttori europei, riuniti nell'associazione Ebma. Secondo l'Ebma, il continuo aumento di bici elettriche cinesi vendute in Europa sta distruggendo il settore. Il motivo sarebbero i prezzi cinesi distorti di energia, metallo e sostanze chimiche. Per questo, l'Ue aveva già dato un primo ok a dei dazi antisussidi. E adesso potrebbe alzare il livello di protezione con tariffe antidumping. 

La scadenza per l'ok definitivo a queste misure, dice l'Ebma, è il 20 gennaio 2019. Questo "è il prossimo passo critico per fermare il dumping della Cina sulle bici elettriche nell'Ue", altrimenti le pratiche sleali di Pechino "distruggerebbero l'industria europea delle e-bike e registrerebbero investimenti di oltre 1 miliardo di euro l'anno nell'Ue", ha denunciato il segretario generale di Ebma Moreno Fioravanti, secondo cui le importazioni di bici cinesi in Europa sono aumentate del 250% durante l'indagine Ue. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • Il 2020 è anche l'anno dell'elezione di Adolf Hitler (in Namibia)

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

Torna su
EuropaToday è in caricamento