Dopo l'Ema, l'Italia ci prova con la sede dell'Unione del Mediterraneo

Roma è candidata a ospitare il segretariato permanente dell'organizzazione che riunisce i paesi Ue e 15 Stati del Nordafrica, del Medio Oriente e dell'Europa sud-orientale. "La decisione spetterà al Parlamento europeo", dice l'eurodeputata M5s Beghin

Fonte: Unione del Mediterraneo

Dopo la sede dell'Ema, l'agenzia Ue del farmaco, sfuggita a Milano tra le polemiche, l'Italia ci riprova con la candidatura di Roma quale nuovo quartier generale del segretariato permanente dell’Unione per il Mediterraneo. Se per l'Ema, il voto passava direttamente dagli Stati membri dell'Ue, stavolta la decisione spetta "al Parlamento europeo che dovrà esprimersi a luglio", dice Tiziana Beghin, eurodeputata del Movimento 5 stelle, che lancia un appello: "No a giochetti tra Stati, ci auguriamo che questa volta la decisione sia dettata da valutazioni trasparenti e di merito”. 

Valutazioni che, secondo Beghin, porterebbero dritte alla Capitale: "La candidatura della città di Roma è la più forte, è sostenuta sia dal Parlamento italiano che dal Comune della Capitale ed è la più autorevole fra quelle emerse perché rispetta tutti i criteri individuati. È stata già indicata la possibile sede, che sarebbe pronta a ospitare i delegati già da subito”, spiega. Resta pero' il nodo dell'assenza di un governo forte che sostenga la candidatura. Un elemento non da poco, visto il peso degli Stati in questa scelta.

Lo mette in chiaro anche l'eurodeputata M5s: "Dopo la beffa che abbiamo subìto sull’assegnazione della sede dell'Ema, ci auguriamo che questa volta la decisione sia dettata da valutazioni trasparenti e di merito", dice. Valutazioni che spetteranno al Parlamento europeo. 

L'Unione del Mediterraneo è un'organizzazione intergovernativa che raggruppa 43 paesi europei e del bacino del Mediterraneo: i 28 Stati membri dell'Unione europea e 15 paesi mediterranei partner del Nordafrica, del Medio Oriente e dell'Europa sud-orientale. L'Unione ha lo scopo di promuovere la stabilità e l'integrazione in tutta la regione mediterranea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento